Pesi più di 100 Kg? Se parti per la Grecia devi sapere che...

State scegliendo la meta delle vacanze? Attenzione alla Grecia: se state prenotando per Santorini e pesate più di 100 kg, potreste avere dei problemi

Oramai è risaputo che concedersi una vacanza dal lavoro ci fa rientrare più carichi e positivi di prima, ma dove andare? Cercate un luogo che mixi alla perfezione storia, vita notturna e panorami mozzafiato? La Grecia fa al caso vostro e Santorini è la meta giusta per tutte le età (I locali più in? Dà un’occhiata qua) , ma attenzione… Non per tutti i pesi.

Ebbene se pesate più di 100 kg (o 220 libbre), potreste avere qualche problema con gli asini dell’incantevole e pittoresca isola: i muli sono usati abitualmente come dei taxi che trasportano i turisti lungo la suggestiva scogliera di 600 gradini nella città di Fira, la capitale dell’isola (qui una guida agli hotel più belli), tuttavia stanno andando incontro sempre più spesso a lesioni spinali e piaghe da sella.

Il sindaco dell’isola Nikos Zorzos ha dichiarato a The Guardian che è in partenza una campagna di sensibilizzazione promossa in collaborazione con il settore delle crociere in cui si chiede ai turisti di “mettersi negli zoccoli” degli asini e prendere una decisione in tutta coscienza.

L’iniziativa è partita dai social media l’estate scorsa quando 108.000 persone hanno firmato una petizione online per tentare di fermare la “tortura degli asini usati come trasporto da chi vuole vivere la vera esperienza greca”. Così il primo cittadino di Santorini ha spiegato a The Guardian: “I nostri muli e gli asini fanno parte della nostra tradizione: i proprietari più giovani, in particolare, hanno capito che devono essere curati”.

Di recente la legislazione ha reso illegale per i proprietari degli asini permettere agli animali di essere caricati con qualsiasi peso superiore a 100 kg, dunque i turisti oversize sono banditi dal cavalcarli.

La campagna mira a rendere edotti i viaggiatori (parliamo di 17mila turisti al giorno) sulle possibilità che hanno per arrivare fin su in cima e godersi uno spettacolo mozzafiato: possono infatti o prendere la funivia, o salire sui muli oppure andare a piedi.

Catherine Rice, responsabile delle pubbliche relazioni presso The Donkey Sanctuary, che ha lanciato l’iniziativa, ha dichiarato alla testata britannica: “La nostra campagna In The Hooves mira a incoraggiare i turisti a fermarsi a riflettere prima di utilizzare i taxi asini per salire i ripidi gradini del porto di Fira”.

Se già vi sentite stressati all’idea di dovervi mettere a dieta se volete volare nell’isola più frequentata delle Cicladi, sappiate che esistono diversi modi per ritrovare la serenità mentale… E se proprio non ce la fate, ma non volete allontanarvi troppo da quelle zone incantevoli, prenotate una vacanza a Naxos!

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti