I piccioni sanno leggere e distinguere vocaboli: la scoperta incredibile

I piccioni sono più intelligenti di quanto pensiamo e, secondo una ricerca, sanno anche leggere e distinguere i vocaboli

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

I piccioni sanno leggere e riescono a distinguere i vocaboli. L’incredibile scoperta, pubblicata sulla rivista scientifica Pnas, ha portato alla luce le qualità inaspettate di questi volatili ed è stata svolta dall’Accademia Nazionale delle Scienze di Washington e dall’Università di Otago, in Nuova Zelanda.

La ricerca, che aveva come scopo quello di misurare la capacità dei volatili di operare una leadership, ha portato ad un’altra scoperta ancora più incredibile. Sembra infatti che i piccioni siano in grado di riconoscere le parole distinguendo quelle sensate da agglomerati casuali di lettere.

Le conclusioni sono arrivate dopo una serie di esperimenti che hanno coinvolto i piccioni e sono durati oltre otto mesi.  In questo periodo i ricercatori hanno scoperto che i piccioni sono in grado di individuare forme, apprendere parole e imparare a fare qualcosa di nuovo, come mangiare da una tazza. Fra i 18 esemplari esaminati, circa 4 hanno imparato hanno dimostrato di riuscire a distinguere parole formate da quattro lettere. Non solo: alcuni esemplari sono persino riusciti a scovare errori nella scrittura dei vocaboli, come  “vrey” anziché “very”.

Sembra infatti che i piccioni siano particolarmente sensibili alle frequenze dei digrammi (ossia la co-occorrenza comune di diverse coppie di lettere) nelle parole, alla distanza fisica delle lettere e alla struttura interna delle parole. La capacità di leggere i vocaboli, non sarebbe legata ai circuiti visivi, ma all’acquisizione di una nuova funzione cerebrale che ha consentito ai piccioni di evolversi riconoscendo forme e oggetti nell’ambiente circostante.

Al termine delle lezioni con i ricercatori i piccioni avevano imparato a riconoscere dalle 26 alle 58 parole. Secondo gli studiosi i volatili avrebbero un comportamento molto simili agli umani, tanto che, misurandone l’intelligenza, hanno dimostrato una capacità di apprendimento migliore e maggiore anche rispetto ai babbuini.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti