Pierluigi Diaco: scivolone sul congiuntivo in diretta

Il conduttore di Io e Te sbaglia un congiuntivo, poi si scusa con il pubblico: "Non ho onorato la lingua più bella del mondo"

Fonte: ANSA

In quanti vivono nell’incubo costante di sbagliare un congiuntivo?

Può capitare anche ai migliori e ai più preparati, perché la consecutio temporum è una delle trappole più subdole della grammatica italiana. Lo sa bene Pierluigi Diaco, conduttore su Rai1 di Io e Te.

Nella puntata del programma andata in onda mercoledì 28 agosto, mentre stava intervistando Tullio Solenghi, nel vedere l’immagine di una Cinquecento proiettata sullo schermo (una delle auto preferite dal comico) Diaco ha infatti chiesto: “Se questa macchina potrebbe parlare, cosa direbbe?”.

Nessuno ha fatto notare al conduttore lo scivolone, ma al rientro dalla pubblicità è stato lo stesso Diaco a scusarsi con il pubblico. “Sono desolato, mi scuso con tutti voi. – ha dichiarato – Ho un grandissimo rispetto per la lingua italiana, prima ho detto ‘Se questa macchina potrebbe parlare’ invece che ‘Se potesse parlare'”.

“Siccome tengo all’italiano e chi fa il mio mestiere deve essere attento – ha poi concluso – mi scuso con tutti per non aver onorato la lingua più bella del mondo”.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti