La playlist retrò di Lucia Manca

"Sono canzoni che mi ricordano i viaggi in macchina con la Tipo bianca di mia madre": ecco la playlist retrò che ci ha regalato Lucia Manca

Lucia Manca ci ha regalato una playlist retrò, che racconta il suo personale percorso nel mondo della musica. “Una playlist rigorosamente retrò – ci ha raccontato – che segna un percorso rappresentativo del mio background musicale”.

“Sono tutte canzoni che riportano alla mente i viaggi in macchina con la Tipo bianca di mia madre mentre andavamo al mare. La bussola guarda volontariamente verso le donne che hanno fatto la storia della musica italiana dagli anni ‘60 agli anni ‘80”.

Il viaggio inizia con “Per i tuoi occhi” di Loredana Bertè e prosegue con “Dettagli” di Ornella Vanoni. Nella playlist di Lucia Manca troviamo anche “Non e niente” di Catherine Spaak e “Ti sento” dei Matia Bazar.

Si continua con “Aria” di Marcella Bella e “Voglia e turna’” di Teresa De Sio e “Città vuota” di Mina. La playlist di Lucia Manca termina infine con “Parole” di Nico e i Gabbiani e “Bar stazione“, il suo ultimo singolo.

La cantautrice salentina ha esordito nel 2011 con l’album “Lucia Manca”, conquistando tutti grazie ad una voce unica e a testi intensi e delicati. Il nuovo disco si intitola “Maledetto e Benedetto”, uscirà il prossimo 4 maggio e verrà presentato ufficialmente al Mi Ami Festival di Milano.

L’album segna una svolta nella carriera musicale di Lucia Manca. Dopo “Maledetto” e “Bar Stazione”, il terzo singolo estratto si intitola “Eroi”. Il brano è un inno alla gioia e un invito a vivere in modo sincero e profondo i propri sentimenti senza alcuna paura.

“Siamo noi gli eroi di cui parla il brano – ha spiegato Lucia Manca -: gli stessi eroi che con l’amore, prima o poi, riusciranno a scatenare una nuova, profonda, vera e radicale rivoluzione sessuale”.

Il singolo è accompagnato da un video realizzato da Lucia Loré:”Istintivamente gli eroi che mi sono venuti in mente erano eroi moderni che lottano per i propri diritti e difendono la propria identità affermandola con naturalezza e sensualità – ha spiegato la regista -. Siamo cresciuti nell’immaginario dell’eroe con i super poteri, mascherato e invincibile”.

“Un eroe  – ha aggiunto – con il quale è difficile immedesimarsi. Oggi, invece, l’eroe è chi si mostra per quello che realmente è ponendo il prossimo in una prospettiva di confronto, accettazione. Eroi è un manifesto coraggioso per arrivare ad una società inclusiva attraverso un linguaggio artistico, moderno e pop”.

Lucia Manca playlistTorniamo indietro di qualche anno assieme a Lucia Manca e alla sua playlist retrò. 

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti