Preparare e conservare il latte artificiale

Il latte artificiale è un importante strumento nella vita di ogni madre incapace di allattare il bambino. Scopriamo insieme come prepararlo e conservarlo

Stando alle raccomandazioni dell’OMS il latte artificiale dev’essere assunto dai neonati dopo il 6 mese di allattamento. I recenti studi scientifici in ambito hanno dimostrato che il latte materno apporta all’organismo del bambino molti nutrienti utili. Tuttavia, molte madri non sono in grado di allattare il bambino per i motivi più svariati, ma dopo i 6 mesi è previsto che il piccolo debba iniziare ad adattarsi. Prima di nutrire il bambino con il latte artificiale, occorre comunque saperlo preparare e conservare al meglio.

Questo perché, come anche il latte materno, quello artificiale rappresenta il substrato ideale per molti microorganismi. Lo stesso discorso vale anche per quanto riguarda la polvere tramite la quale viene realizzato il latte artificiale. Ogni madre deve prestare una particolare attenzione anche agli strumenti (come il biberon) utili per allattare il neonato. Tutta la strumentazione dev’essere adeguatamente pulita, e in alcuni casi persino sterilizzata. Così si riesce a rimuovere i batteri nocivi e altri microorganismi dannosi che potrebbero danneggiare l’organismo del neonato.

Per preparare un pasto a base di latte adatto ai neonati bisogna anche seguire delle semplici regole. La prima di queste è lavarsi, in modo accurato, le mani per evitare ogni possibile contagio del neonato. Anche tutta l’attrezzatura utile per la preparazione del pasto deve essere lavata con acqua calda e sapone, salvo poi risciacquare per più tempo, in modo da evitare la presenza di residui chimici sulle superfici. In alternativa, e solo se si possiedono degli strumenti adatti, una buona idea potrebbe essere di sterilizzare accuratamente tutta l’attrezzatura.

Per conservare la polvere utile per produrre il latte artificiale esistono delle regole molto simili, quasi speculari. Ogni produttore di questa polvere specifica le istruzioni di conservazione sul pacchetto della polvere. Le raccomandazioni potrebbero variare a seconda di molti fattori e bisogna leggerli bene. Nella maggior parte dei casi le indicazioni sono molto simili tra di loro: viene consigliato di tenere la polvere in un posto umido e al riparo dai raggi solari, per evitare che le sostanze nella confezione si riscaldino.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti