Prima la carriera, poi il cambio di sesso

Harrison Browne, transgender dei Buffalo Beauts, è il primo caso in una lega professionistica americana. Ora gioca con le donne: "Quando smetterò con l'hockey su ghiaccio diventerò uomo", racconta.

Fonte: Screenshot tratto da Twitter

Russell e Joan, giovane coppia canadese, quando ha saputo il sesso del nascituro ai tempi della radiografia, hanno comprato vestitini e fiocchetti rosa. E poi discusso sul nome fino a trovare un accordo: Hailey.

Ma con il passare degli anni quella bambina sia cresciuta, sia maturata e abbia capito che quel corpo non lo sentiva affatto suo. E all'età di 23 anni ha deciso di fare outing e definirsi ufficialmente 'transgender'. E come prima cosa, Hailey, ha cambiato il nome in Harrison. Harrison Browne.

È una giocatrice professionista di hockey su ghiaccio, canadese che milita nella squadra statunitense delle Buffalo Beauts, e con questa vicenda è diventata ufficialmente la prima atleta transgender di una squadra di una lega professionistica americana (la NWHL, National Women's Hockey League, in questo caso).

Per il momento Harrison gioca con le donne perché ha deciso di aspettare prima di compiere il grande passo e sottoporsi alla cura ormonale per cambiare definitivamente sesso. Per ora si accontenta di cambiare solo il nome. Voleva procedere dopo aver finito gli studi al college, nel 2014 (University of Maine, dove ha giocato in Division I di Ncca), ma una volta tesserata dalle Buffalo Beauts ha deciso prima di finire la carriera come hockeista e poi affrontare tutta la procedura medica e fisica per il cambio di sesso.

"Per essere felice devi essere te stesso e l’hockey mi rende felice. Sul ghiaccio sono solo un giocatore. Non penso alle persone con cui gioco, non penso che sto giocando con donne, non penso di essere nel corpo sbagliato", ha dichiarato Harrison Browne, come riportato da Sport Week.

Sebbene lo sia per la prima volta in una lega professionistica americana, in assoluto questo non è il primo caso di atleti transgender: Bruce Jenner – decatleta medaglia d'oro ai Giochi di Montreal nel 1976 – ha completato la sua transizione da uomo a donna (ora si chiama Caitlyn Jenner) nel 2015. Ci fu anche Chris Mosier, triatleta professionista nato donna e transgender dal 2010. E anche l'ex ciclista su strada scozzese Robert Millar, dopo essere sparito per qualche anno, fu scoperto a vivere nel Dorset con la sua compagna Linda Purr: ma nel frattempo ha cambiato sesso e si fa chiamare Philippa York.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti