Pubblichi post su Instagram? Stai inquinando! Il motivo

Anche Internet fa la sua parte in termini di cambiamento climatico: ecco perché

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Non solo macchine e mezzi di trasporto in generale. Pure Internet inquina. La rivoluzione digitale che ormai fa parte della nostra quotidianità e che la pandemia sta rendendo sempre più centrale nella vita di chiunque ha un suo costo. Anche postare su Instagram, così come scambiare delle email, ha delle ripercussioni sull’ambiente. Non ci avevi mai pensato, vero?

Ogni ricerca che effettuiamo su Google, ogni messaggino che inviamo, ogni email che scriviamo e ogni post che condividiamo sui social fa la sua parte in termini di cambiamento climatico. Il motivo è che emettono tutti una certa quantità di diossido di carbonio. Chiaramente non è il singolo post in sé che inquina, ma il consumo di elettricità affinché il messaggio venga scritto, inviato e ricevuto. Questo almeno fino a quando la gran parte della energia elettrica sarà prodotta con fonti fossili.

Secondo studi e dati recenti Internet nella sua interezza è responsabile del 3,7 per cento delle emissioni inquinanti: un valore pari a quelle del trasporto aereo. La cosa potrebbe far storcere il naso, in realtà se non ci fosse Internet non sarebbe possibile risparmiare in termini di diossido di carbonio. Pensiamoci un attimo: il fatto che molte attività possano essere svolte comodamente da una scrivania senza bisogno di raggiungere uffici o persone destinatarie delle nostre comunicazioni abbatte fortemente i costi dei trasporti in auto, in pullman o in aereo.

Certo, adottare una certa sobrietà digitale sarebbe importante e nessuno vuole metterlo in dubbio, ma un report del 2019 era giunto a conclusioni catastrofiche che sono poi state smentite da controlli più accurati. Un esempio su tutti: mezz’ora di streaming su Netflix, una delle attività più dispendiose in termini di consumo di elettricità, si pensava fosse equivalente a guidare un’auto a benzina per quattro chilometri: niente di più falso, si tratta di cento metri. Demonizzare Internet quindi non è la cosa più sensata da fare, e il pianeta di certo non si salva arrestando il web.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti