Putin a sorpresa non espelle i diplomatici Usa (e li invita a Capodanno)

Nessuna ritorsione per l'espulsione dei diplomatici russi

Fonte: Copyright (c) APCOM.

Roma, 30 dic. (askanews) – La Russia non espellerà diplomatici americani in risposta alle espulsioni di funzionari russi ordinate da Barack Obama. Lo ha annunciato lo stesso presidente russo respingendo la proposta di ritorsione presentata dal ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov.
Tuttavia Putin ha osservato che, secondo la prassi internazionale in vigore, per la parte russa ci sono tutte le ragioni per una risposta adeguata alla decisione di Barack Obama di espellere 35 diplomatici russi.

Putin liquida come “diplomazia di bassa lega” (letteralmente “da cucina”) le misure punitive annunciate ieri dalla Casa Bianca per le presunte interferenze russe – tramite azioni di hackeraggio – nella campagna elettorale delle elezioni presidenziali. E quello che giunge da Mosca, anzi dal Cremlino sembra voler essere un segnale di distensione, in attesa dell’arrivo di Donald Trump.
“Noi non vogliamo creare problemi ai diplomatici americani” ha detto Putin, che si accinge a festeggiare il Capodanno, la principale festività russa. Putin ha addirittura invitato i diplomatici Usa, le loro famiglie ed i loro bambini alla festa al Cremlino sotto l’albero di Natale, per la fine dell’anno.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti