Puzzlewood, ecco il bosco che ha ispirato Il Signore degli Anelli

Il verde intenso e i rami intrecciati di Puzzlewood hanno ispirato il bosco che fa da sfondo alla saga de ‘Il Signore degli Anelli’.

9 Maggio 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

È sufficiente mettere un solo piede a Puzzlewood (o, almeno, vederne una foto) per entrare in un mondo incantato. Il verde intenso del manto erboso, i tronchi secolari coperti di muschi, il profumo delle erbe bagnate di rugiada e l’ombra freschissima al riparo dai raggi del sole. Se nella mente state visualizzando l’ambiente, di sicuro può aiutarvi la saga de ‘Il Signore degli Anelli’. Il motivo? Beh, Tolkien si ispirò proprio a un bosco del genere, che esiste davvero.

Già, le atmosfere che J.R.R. Tolkien ha trasferito nei suoi romanzi, divenuti una celebre trilogia anche al cinema, sono quelle di Puzzlewood. A fare da set cinematografico fu la Nuova Zelanda, ma il bosco che accese la fantasia dell’autore è più vicino a noi. Si trova, infatti, in Inghilterra, terra patria dello scrittore evidentemente suggestionato dalla natura fitta.

La foresta amata da Tolkien cresce nei pressi di Coleford, nel Gloucestershire, e si estende per quattordici ettari. Alberi ad alto fusto, rocce, caverne, radici, gole, ponti naturali sospesi compongono un ambiente primitivo. Suggestivo a tal punto da incutere un certo timore come succede tra le pagine e sullo schermo de ‘Il Signore degli Anelli’ e ‘Lo Hobbit’.

La flora di Puzzlewood – nome quanto mai evocativo per un posto quasi labirintico – nasconde anche una nutrita fauna. Nel corso dei secoli, la foresta ospitò una miniera per l’estrazione della ghisa e l’uomo, inevitabilmente, ha contribuito a modificarne l’aspetto. Cessata, quindi, l’attività estrattiva, la natura è tornata a prendere possesso dei suoi spazi creando la geografia che vediamo ancora oggi.

E se pensate che solamente Tolkien ebbe nel cuore questo angolo d’Inghilterra, vi sbagliate. Secondo alcuni, infatti, ci sarebbe sempre Puzzlewood dietro alcune invenzioni di J.K. Rowling per il suo ‘Harry Potter’. Passando poi dal grande al piccolo schermo, anche serie come ‘Merlin’, ‘Dr. Who’ e ‘Atlantis’ devono ringraziare la foresta di Coleford.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti