Quanto è green la tua città? La classifica completa

Nella Top Ten delle città italiane più verdi svetta Trento, fanalino di coda Palermo.

15 Novembre 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Legambiente ha rilasciato la classifica Ecosistema Urbano 2021 che premia le città italiane che si sono dimostrate più virtuose nelle politiche ambientali. Quello che il quadro generale registra, nell’anno della pandemia, è la diminuzione drastica dell’uso dei mezzi pubblici. A favore, purtroppo, delle auto private con un conseguente aumento dello smog. E tra le altre rilevazioni nazionali preoccupano anche le perdite lungo la rete idrica.

Il trend, però, vede anche un deciso aumento della raccolta differenziata e l’incremento delle piste ciclabili sull’intero territorio italiano. Il report, pubblicato sul Sole 24 Ore, ha analizzato 105 capoluoghi dello stivale secondo diciotto indicatori riguardanti sei aspetti (aria, acque, rifiuti, mobilità, ambiente urbano ed energia). La media dei centri urbani sul fronte delle buone pratiche green è ferma al 53,05%, segnando quindi una sostanziale parità rispetto alla classifica precedente.

Nella Top Ten finale svetta Trento con un punteggio pari a 84,71%, confermandosi la città più green d’Italia. In testa alla chart, la città ha segnato un miglioramento nell’uso del suolo, nelle concentrazioni di inquinanti, della raccolta differenziata e della rete ciclabile. Secondo posto, quindi, per Reggio Emilia (77,89%), più attenta alla ciclabilità, agli spazi pedonali e alle aree verdi. Medaglia di bronzo, invece, per Mantova (75,14%), la cui qualità dell’aria è migliorata così come la rete idrica e la raccolta differenziata.

Proseguendo nella classifica, ecco Cosenza (in quarta posizione con il 74,21%) premiata in particolare per l’impegno nell’incremento d’infrastrutture ciclabili. Si prosegue con Pordenone (quinta con il 73,30%) al lavoro sul contenimento delle perdite della rete idrica. Ultime tre città nella Top Ten sono, infine, Brindisi (30,03%), Catania (29,38%) e Palermo (26,60%), quest’ultima con un importante aumento della produzione dei rifiuti pro capite.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti