0, 0, 1, 0, 0, 0, 0 trend

Quanto guadagnano le cheerleaders della NBA?

Quanto guadagna una cheerleader? Il risultato di una ricerca vi lascerà davvero perplessi

Fonte: Wikimedia

Gli appassionati di basket sono abituati alla figura della cheerleader. In ogni evento targato NBA infatti sono presenti queste ragazze che si esibiscono in genere prima e dopo ogni partita. Inoltre, durante lo svolgersi della sfida, tendono ad incitare il pubblico, affinché questi sostengano con urla e cori, la propria squadra di riferimento. Questo gruppo di ragazze rientra però in un contesto più ampio.

La National Basket Association infatti lega ogni partita di basket ad un pacchetto di intrattenimento. In questo calderone troviamo negozi, bar e ristoranti, ma anche giochi per il pubblico presente, mascotte d’ogni genere ed un gruppo di cheerleaders. Ogni squadra che compete nella serie NBA porta con sé il gruppo di ragazze pon pon. In molti si chiedono quanto effettivamente guadagni una di loro.

Quanto guadagna una cheerleader

Il cachet di ognuna di loro varia a seconda della squadra per cui lavora. Come in ogni ambiente c’è un team più importante di un altro e che dunque paga meglio. In linea di massima, però, bisogna precisare che chi svolge questa professione non si limita a questo. Una ragazza pon pon, infatti, spesso lavora nel mondo della moda e dello spettacolo. Non è raro che una di loro sia anche una modella, una ballerina o una comparsa televisiva.

Già da queste informazioni si può intuire che la retribuzione non è affatto elevata. In linea di massima oscilla fra i 50 e i 100 dollari a partita. Nell’arco di una stagione si disputano 41 sfide. Dunque, in genere, in un anno, queste ragazze intascano fino ad un massimo di 4.100 dollari. Le più pagate sembrano essere quelle che lavorano per i New York Knicks. Queste intascano infatti 150 dollari a partita. Tuttavia,se abbastanza fortunate, possono ritrovarsi a ballare con i giocatori più famosi del NBA.

Gli altri compensi

Secondo lo Sports Illustrated le ballerine dei Brooklyn guadagnano 120 dollari a sfida, mentre quelle dei Lakers solo 80, nonostante sia uno dei team più noti al mondo. Le restanti squadre si adattano alla media.

Eppure essere cheerleaders non è cosa semplice. I tifosi americani tendono ad osservarle e a giudicarle, nonostante stiano lì principalmente per guardare i loro beniamini trionfare a suon di canestri. Queste ragazze devono mantenere l’attenzione alta da subito e gli incidenti possono rovinare giorni e giorni di prove. Tuttavia, non mancano commoventi casi di solidarietà tra cheerleaders, in un mondo che spesso ci viene trasmesso come spietato e competitivo.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti