Questa bottarga costa come un anello con 12 diamanti

Ritirata dal mercato, la bottarga più cara d'Italia verrà offerta ai turisti che andranno in vacanza nell'Ogliastra

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
Fonte: 123RF

Gli amanti della cucina di un certo livello sanno quanto sia preziosa la bottarga. Si tratta di uno dei tanti tesori gastronomici della Sardegna. E la parola tesoro non è usata a caso. “La regina mondiale delle bottarghe artigianali è sarda e costa come un anello di fidanzamento con 12 diamanti“, affermano dalla Cooperativa Pescatori Tortolì.

Una bottarga selvatica d’Ogliastra molto preziosa, presa dalla Cooperativa Pescatori Tortolì, è arrivata a pesare ben 1,124 kg. In un primo momento era stata messa in vendita al prezzo non esattamente modico di 500 euro, ma i pescatori hanno poi deciso di ritirarla dal mercato per poterla offrire ai turisti che raggiungeranno il chiosco sul mare nell’estate 2021.

“Ci è sembrato un bel gesto quello di utilizzarla per chi ci ha sempre dimostrato grande affetto – fa sapere Luca Cacciatori, presidente della Cooperativa – Non tutti possono dire di aver assaporato la bottarga più costosa del mondo, noi vogliamo fare loro questo regalo”.

La lavorazione della bottarga (o anche “bottariga”, in sardo) è frutto di un sapere custodito in secoli di tradizione. Si dice che risalga addirittura ai Fenici. Si tratta di uova di pesce, spesso tonno, anche se la più tipica bottarga sarda è di muggine.

Questo prodotto è stato pescato e lavorato a mani nude da professionisti che dal 1300 custodiscono gelosamente il segreto della lavorazione delle uova di pesce. La bottarga è stata poi salata con sale integrale sardo, lavata con acqua di mare e fatta riposare per settimane al buio, in una stanza con temperatura controllata.

Chi avrà la fortuna di andare in vacanza da quelle parti potrà godere di questa prelibatezza al chiosco sul mare gestito dalla Coop, come fosse un vino o un prosciutto pregiato.

I palati più raffinati ed esigenti possono trovare le migliori bottarghe artigianali del mondo nella zona Fao 37.1.3, ossia mare Mediterraneo attorno alla Sardegna.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti