Questa sfera è una bottiglia d'acqua, da mangiare

Ooho! è una sfera di materiale biodegradabile contenente acqua. Si tratta di un progetto atto alla lotta all'inquinamento e allo spreco di plastica

Sul mercato sta per arrivare un’innovazione che promette di destare molto scalpore. Si tratta della Ooho! L’idea nasce da una problematica ecologistica molto seria. La popolazione mondiale usa troppa plastica. Tra le pessime abitudini che stiamo sviluppando c’è quella inerente all’uso di bottiglie di plastica. Solo negli U.S.A. si toccano cifre astronomiche.

Gli americani consumano ogni anno 50 miliardi di bottiglie. La cosa peggiore è che una percentuale quasi irrisoria di queste viene riciclata, mentre molte altre sono destinate ad un lento processo di decomposizione. Solo dunque il 23% di queste bottiglie va incontro ad un processo di riutilizzo. In molti da sempre si chiedono come fare per contrastare questo fenomeno e sembra che la risposta sia davvero vicina. Sta per entrare in commercio infatti una pallina contenente acqua, formata da materiale commestibile.

Ooho!

La Ooho! è una piccola sfera contenente acqua, realizzata con cloruro di calcio. Per utilizzarla basta perforarla e succhiare via il liquido o ancora più sbrigativamente mangiarla. Infatti è assolutamente digeribile. Per ottenere il cloruro basta adoperare le membrane di alcune alghe. Il processo produttivo è dunque semplice e poco costoso. Infatti, si calcola che per produrle si spenderanno solo 2 centesimi.

Acqua e plastica sono soggette a terribili sprechi nonostante rappresentino importanti risorse per il genere umano. Per questa ragione questo prodotto potrebbe ridurre i danni ambientali degli ultimi tempi.  In molti hanno chiesto ai progettisti come possa la struttura contenere il liquido. La risposta sta tutta nella struttura fisica e chimica della membrana per ovvie ragioni.

La pellicola

Ooho! è formata da una membrana contenente lipidi e proteine. Questo connubio consente di dare un forte equilibrio fra l’interno e l’esterno. Riescono in pratica a dare forma all’oggetto, trattenendo l’acqua in esso. Se questa soluzione riuscisse ad avere successo, forse riusciremmo davvero a ridurre, in maniera significativa, lo spreco di plastica.

La Ooho! sarà prodotta dalla Londra Skipping Rocks Lab che per questo progetto di sostenibilità economica ha ottenuto importanti finanziamenti dalla Comunità Europea. Lo scorso anno l’idea è stata anche premiata con il Lexus. I presupposti per un gran successo ci sono davvero tutti. Vedremo come andrà a finire.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti