Questo contenitore per il cibo può essere mangiato

La vaschetta è realizzata con bucce di grano

9 Giugno 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
Fonte: 123rf

Nell’ultimo anno abbiamo utilizzato più che mai i servizi di delivery e asporto per farci portare a casa i nostri piatti preferiti. Bellissimo, ma in molti hanno iniziato a chiedersi come rendere più sostenibili i contenitori del cibo, soprattutto perché spesso questi sono realizzati con plastica usa e getta, e sappiamo bene quanto la plastica faccia male all’ambiente. È vero, esistono soluzioni biodegradabili, e c’è chi ha pensato di consegnare il cibo in contenitori da restituire dopo la consumazione. Lo studio di design Forest and Whale di Singapore però è andato ancora oltre, realizzando un packaging che si può mangiare.

Si chiama Reuse ed è una vaschetta commestibile realizzata con bucce di grano che vengono macinate molto finemente e modellate grazie a stampi metallici ad alta temperatura. Reuse va bene per ogni tipo di cibo, anche se in realtà è più indicata per una pasta fredda piuttosto che per una zuppa, dal momento che non resiste all’umidità. “Può contenere un’insalata con il condimento per un paio d’ore, ma inizierà lentamente ad ammorbidirsi e a perdere rigidità”, ha fatto sapere a Dezeen Gustavo Maggio, il fondatore di Forest and Whale insieme a Wendy Chua. “L’utilizzo ideale è l’asporto, dove si mangia entro due o tre ore”.

La vaschetta Reuse può essere rotta e mangiata, per esempio al posto del pane o di un grissino per aiutarsi a raccogliere il cibo e fare la scarpetta. Il gusto non è dei più entusiasmanti a detta dello stesso Gustavo Maggio, che lo ha paragonato a delle barrette di crusca. Chi non vuole assaggiare il contenitore può smaltirlo tranquillamente nel compost, dove si decompone nel giro di 30 giorni. Pure il coperchio è compostabile, ma non è commestibile: è realizzato infatti in poliidrossialcanoati (PHA), che è un materiale a base di batteri con proprietà simili alla plastica.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti