Questo hamburger sanguina, eppure è vegetariano

L'hamburger vegetariano ha debuttato tra opinioni discordanti: c'e chi era incredulo e chi disgustato. Scopriamo perché si dice che questo hamburger sanguina

Fonte: Impossible FOODS

L’hamburger vegetariano che sanguina è l’ultima mania alimentare di New York. E’ stato lo chef David Chang a lanciare, al Momofuku Nishi, un ristorante asiatico di New York City, la polpetta schiacciata senza utilizzare la carne, ma dal sapore simile al manzo. Tutti noi siamo abituati a gustare hamburger di vario tipo, ma oggi è stato presentato in uno stile anni 50 completamente nuovo. Avvolto nella carta e condito con pomodoro, sottaceti, formaggio americano e salsa speciale. Per il progetto sono stati investiti 80 milioni di dollari e al momento dell’assaggio le opinioni sono state discordanti.

L’hamburger vegetariano non è stato prodotto solo ed esclusivamente per assecondare i cultori del veganismo e del macrobiotico ma per gli amanti della carne. L’obiettivo è quello di convincere chi consuma carne, che è possibile sostituire la solita polpetta di manzo con una simile ma di origine vegetale. Inoltre, non tutti sanno che l’utilizzo della carne provoca un forte impatto ambientale e distrugge l’ecosistema. Rendendo la carne a base vegetale, si utilizzerebbero in meno il 99% di risorse della terra, l’85% di acqua e si emetterebbe nell’aria l’89% di gas serra in meno: un vantaggio considerevole in fatto di salute per il pianeta.

L’hamburger che sanguina contiene: olio di cocco che simula il grasso di manzo, proteine fornite dalle patate che conferiscono alla polpetta schiacciata una bella crosta al momento della cottura e un composto vegetale che gli conferisce il colore rosso del sangue. In apparenza tutto è stato riprodotto alla perfezione per presentare un piatto simile alla carne, ma la scommessa che “Food Impossible” vuole vincere è persuadere i sostenitori del manzo tritato a rinunciare alla carne e sostituirla con un alimento vegetale dai valori nutrizionali accettabili. Nel mese di luglio il lancio dell’Impossible Burger ha interessato ristoranti di San Francisco, Los Angeles e New York.

John Falco ha detto che l’hamburger si avvicina molto a quello autentico, sia di aspetto sia di sapore. Darren Gruber è favorevole all’idea di poter consumare un hamburger che comporti il mangiare carne senza l’utilizzo di prodotti animali. Cuozzo, prima del lancio, ha dichiarato che avrebbe speso solo 80 centesimi per comprare l’hamburger, ma il giorno della presentazione molte opinioni sono state ribaltate. Gruber lo ha ritenuto buono, ma ha voluto prepararlo nella sua cucina plasmandolo a suo piacimento. Se i “Food Impossible” dovessero espandersi, Falco sarebbe felice di scegliere un prodotto più sostenibile.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti