Questo poeta era un insospettabile vegetariano

Si tratta del poeta romantico inglese Percy Bysshe Shelley

17 Giugno 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi piĆ¹ alti!
Fonte: 123rf

Oggi essere vegetariani va molto di moda, ma forse non tutti sanno che vegetariano convinto era anche il poeta romantico inglese Percy Bysshe Shelley, che in molti ricordano principalmente per aver sposato Mary Shelley, autrice di “Frankenstein”.

Secondo Thomas Hogg, un compagno di studi di Oxford, citato dall’International Vegetarian Union, all’età di 18 anni Percy seguiva già una dieta vegetariana in parte ispirata dalla sua fede nella trasmigrazione delle anime esposta dal primo famoso vegetariano, Pitagora. Vale a dire, l’anima di una persona potrebbe scorrere in quella di un animale dopo la morte, il che significa che tutta la vita ha lo stesso valore. Tali convinzioni hanno anche portato Percy a sviluppare opinioni politiche che erano radicali allora e lo sarebbero ancora oggi.

Il miglior esempio di quanto Percy fosse devoto al vegetarianismo è contenuto nel suo saggio “A Vindication of a Natural Diet”, in cui sostiene in termini pre-darwiniani che l’umanità non si era evoluta per essere carnivora. Si dimostra infatti un convinto sostenitore di una dieta priva di tutto ciò che un tempo ha avuto vita e di liquidi diversi dall’acqua distillata, ovvero senza alcol.

Anche se non è spesso l’argomento principale di discussione, sembra che Shelley abbia deciso che il mostro di Frankenstein fosse anche un sedicente vegetariano. In “Frankenstein’s Vegetarian Monster”, Carol J. Adams cita il discorso che la Creatura fa per delineare la sua dieta: “Il mio cibo non è quello dell’uomo; non distruggo l’agnello e il capretto per saziare il mio appetito; ghiande e bacche mi danno abbastanza nutrimento… L’immagine che vi presento è pacifica e umana.”

La BBC spiega che il vegetarianismo di Mary Shelley è stato fortemente influenzato dalla famiglia in cui è cresciuta e che in seguito ha attirato il suo futuro marito, poiché era un punto in comune per i radicali, la maggior parte dei quali seguiva una tale dieta.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti