Reunion dei Nirvana, Dave Grohl omaggia Cobain con 6 brani epici

I Nirvana sono tornati? Non esattamente. Dave Grohl ha dato vita però a un omaggio fantastico, con 6 brani live già virali grazie ai video dei present

I Nirvana sono tornati? Non esattamente. Dave Grohl ha dato vita però a un omaggio fantastico, con 6 brani live già virali grazie ai video dei presenti.

Effetto nostalgia al Cal Jam, dove Dave Grohl ha dato il via a una reunion dei Nirvana, come avevamo anticipato. Il frontman dei Foo Fighters è ormai di casa al festival, giunto alla sua seconda edizione. Il cantante si è nuovamente seduto alla batteria, domenica 7 ottobre, al fianco di Krist Novoselic e Pat Smear, proponendo agli urlanti presenti sei brani che hanno fatto la storia del grunge e del rock.

La morte di Kurt Cobain pose fine alla storia dei Nirvana, ma non a quella di Grohl, che fondò i Foo Fighters, che ha sempre provato a tutelare dall’ingombrante peso della sua band precedente. Era molto giovane e non voleva bruciarsi, divenendo una meteora che un tempo aveva preso parte ad album storici come Nevermind.

La sua carriera gli ha dato ragione. Prendere le distanze era l’unico modo per sopravvivere ma non domenica, non al Cal Jam, dove si è scatenato come ai vecchi tempi, per ricordare chi non c’è più e festeggiare una splendida carriera.

Ad accompagnare i ‘nuovi Nirvana’ che, per la gioia dei fan duri e puri, non hanno in programma di tornare in uno studio di registrazione, c’era John McCauley. Il chitarrista e frontman dei Deer Tick si è esibito con la giusta intensità, in un omaggio a Cobain, ricordato da molte foto e video, che ha scatenato i presenti a San Bernardino, in California.

La scaletta è ben studiata. Breve, perché non si trattava di un vero concerto dei Nirvana, con un certo equilibrio tra hit e brani meno noti. Dal ‘baccano’ di Scentless Apprentrice, al particolare ritornello di In Bloom. Il web è ricco di video, divenuti rapidamente virali, con Joan Jett intervenuto per gli altri brani del set, riprendendo un po’ quanto fatto alla Rock & Roll Hall of Fame del 2014.

Da Breed all’immancabile Smells Like Teen Spirit, concludendo una serata magica e fuori dal tempo con All Apologies. Quest’ultima in una nuova versione, più raffinata e oscura, con Grohl giunto al microfono per gli ultimi versi: “All in all is all we are…”.

Cal Jam - Reunion Nirvana

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti