Rio 2016: prima le squalificano e poi corrono... da sole

La 4x100 femminile a stelle e strisce esclusa e riammessa con modalità curiose

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
Fonte: Getty Images

"Meglio soli che male accompagnati", recita un vecchio adagio popolare. Chissà se anche le velociste statunitensi saranno state della medesima opinione quando hanno avuto la pista tutta per sé nelle semifinali della 4×100 femminile. 

Fino ad ora, l'atletica statunitense ha vissuto gioie e dolori a Rio. Lenite in parte le delusioni in serie provenienti dai 100 maschili e dai 100 e 200 femminili, la semifinale della 4×100 donne si era chiusa con un vero e proprio pasticcio. Al momento del passaggio del testimone, infatti, Tianna Bartoletta, fresca di titolo olimpico nel lungo, e Allyson Felix, la grande sconfitta dei 200, sono state protagoniste di una incomprensione.

Avanza tu che parto io, il testimone è finito per terra, poi raccolto e infine lanciato: squalifica inevitabile. A salvare le velociste a stelle e strisce, però, ci hanno pensato le… brasiliane. Un contatto parso veniale e non determinante tra la staffettista verdeoro e la Felix ha infatti convinto la federazione Usa a presentare ricorso, che è stato accolto.

Curioso però quanto successo per riparare al fattaccio: gli Stati Uniti hanno corso da soli la staffetta con l’obiettivo di fare meglio di 42”70, il tempo della Cina, ultima qualificata. Missione compiuta, pure con il tempone: 41'77", seconda prestazione dell'anno. Ma non è bastato ad evitare la corsia esterna in finale, quella per i ripescati…

Solo pochi giorni prima altre due atlete erano state riammesse alla finale, seppure per una ragione assai diversa. La neozelandese Nikki Hamblin e la statunitense Abbey D’Agostino, infatti, sono state le protagoniste di uno dei gesti più commuoventi di questa Olimpiade, quando in occasione della gara dei 5000 metri femminili sono cadute entrambe ma si sono aiutate ed aspettate a vicenda per tagliare insieme il traguardo tra gli applausi scroscianti di tutto il pubblico presente. 

TAG:

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti