Rio: diplomatico russo uccide un ladro davanti ai ciclisti sloveni

Il vice-console ha utilizzato una mossa speciale durante una rapina.

Fonte: Getty Images

Una vicenda di sangue scuote il Brasile e in particolare Rio de Janeiro, a poche ore dalla cerimonia di apertura dei Giochi della XXXI Olimpiade.

Sull'asfalto è rimasto un rapinatore brasiliano, Leonardo Lopes Batista, un corpo senza vita nei pressi del Parco Olimpico, in grande fermento in queste ore. A ucciderlo, secondo quanto riportato da vari media come The Sun, è stato Marcos Cesar Feres Braga. Un nome come un altro, se non fosse che questo avvocato brasiliano detiene la carica di vice-console russo.

La dinamica dei fatti: il diplomatico era in auto, un SUV tedesco di grande cilindrata, in compagnia della moglie e della figlia, quando la famigliola è stata affiancata da due rapinatori – entrambi brasiliani – a bordo di una moto. Uno dei due avrebbe sfondato il finestrino della macchina intimando al vice-console di consegnargli l'orologio. Da qui sarebbe nata una colluttazione nell'abitacolo, ma Marcos Cesar Feres Braga – con una mossa di Jiu-jitsu brasileiro, un'arte marziale che permette anche a una persona più debole fisicamente di difendersi da un assalitore più piazzato – ha sottratto l'arma, una pistola, al rapinatore e con questa gli ha sparato a bruciapelo, uccidendolo.

La versione sarebbe stata confermata dalla polizia.

Il complice del malvivente ucciso ha fatto in tempo a scappare dilenguandosi nel traffico.

I testimoni dell'accaduto avrebbero raccontato che al momento della sparatoria i ciclisti della nazionale slovena, impegnati in una sessione di allenamento in vista della prova in linea, si trovavano a pochi metri di distanza (Jan Polanc, Matej Mohoric, Simon Spilak e Primoz Roglic). Erano passati da quel punto negli attimi immediatamente precedenti. Poco prima, invece, su quella strada era transitata anche la torcia olimpica.

Le misure di sicurezza sono ai livelli massimi per tutte le strade di Rio de Janeiro, ma purtroppo non è stato possibile evitare questo episodio di micro-criminalità, che poi è sfociato in tragedia. Dopo l'accaduto al Parco Olimpico è stata schierata ulteriore polizia.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti