1, 0, 1, 1, 1, 1, 0 trend

Ritrovato uno Chagall rubato a New York 30 anni fa

Impossibile da rivendere perché troppo famoso, è stato ritrovato il quadro “Otello e Desdemona” di Chagall, rubato 30 anni fa

Un quadro rubato nel 1988 a casa di una coppia di ricchi coniugi americani è stato ritrovato dall’FBI dopo trent’anni perché troppo famoso per essere rivenduto. Lo “sfortunato ladro”, un operaio che si era occupato della manutenzione dell’appartamento di Manhattan dei coniugi ottantenni Ernest e Rose Hellers, non aveva fatto i conti con la popolarità del quadro rubato. Si tratta, infatti, di “Otello e Desdemona” di Marc Chagall, una tela acquistata dagli Hellers negli anni ‘20. La coppia, tornata da due mesi di vacanza ad Aspen, in Colorado, aveva denunciato il furto del quadro, di gioielli e di altri oggetti preziosi, per un valore di circa 750mila dollari. Gli Hellers, appassionati d’arte, avevano riempito il loro appartamento dell’Upper East Side con statue e dipinti famosi, tra cui opere di Picasso, Renoir, Hopper e, appunto, Chagall. Secondo l’FBI, il furto fu organizzato da una banda di rapinatori che aveva facile accesso all’edificio e che approfittava delle lunghe assenze degli inquilini per rubare negli appartamenti.

Stavolta, però, non avevano considerato la difficoltà nel piazzare sul mercato una tela così popolare. Il quadro di Chagall risale al 1910 e nel 1967 è stato anche esposto al Kunsthaus di Zurigo, in Svizzera. Il dipinto rappresenta l’Otello di Shakespeare con una spada in mano che guarda Desdemona, sdraiata sul letto. Un’asta del 1974 aveva valutato l’opera tra i 50mila e i 65mila dollari.

In tutti questi anni, la tela è stata tenuta nascosta in una scatola in una soffitta del Maryland, perché il ricettatore non è riuscito a venderlo in nessun modo. L’uomo, allora, su suggerimento di un gallerista di Washington a cui aveva provato a vendere il quadro, ha contattato l’FBI.

Il ladro e il ricettatore non saranno incriminati perché il reato è ormai andato in prescrizione, ma la tela sarà restituita dall’FBI agli eredi dei coniugi Heller, che non ci sono più. Gli eredi intendono mettere all’asta il quadro di Chagall, i proventi verranno utilizzati per rimborsare la compagnia assicurativa che aveva pagato il furto trent’anni prima e per finanziare alcune associazioni no profit.

 

ritrovato quadro chagall

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti