Rivoluzione in Formula 1: "Due gare da 40 minuti"

La proposta di Ecclestone fa discutere

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi piĆ¹ alti!
Fonte: Getty Images

Domenica ad Abu Dhabi si correrà l’ultimo Gran Premio della stagione di Formula 1, con Rosberg e Hamilton duellanti per il titolo, ma a far discutere è già una proposta che rivoluzionerebbe il mondo delle quattro ruote.

Bernie Ecclestone, patron del circus (anche se ancora per poco), ha infatti in mente un nuovo progetto, dopo quello delle qualifiche a eliminazione, subito accantonato dopo la “falsa partenza” in Australia.

“Dobbiamo rivedere il concetto tradizionale di un’unica gara lunga. Due gare da 40 minuti, con una pausa di altri 40 minuti in mezzo per intervistare i piloti e lavorare sulle auto, potrebbero essere più attrattive per spettatori e sponsor”, la proposta di Ecclestone, stufo delle gare di due ore, che a Interlagos complice la pioggia sono diventate più di tre.

Il sabato sarebbe dedicato alle qualifiche e le monoposto dovrebbero essere più leggere e veloci: “Ma non so se abbiamo il coraggio di cambiare, i tempi cambiano ed è qualcosa a cui dobbiamo guardare”.

Resta però il problema dei regolamenti, con le penalizzazioni inflitte a Vettel e Verstappen che hanno lasciato più di un dubbio: “Sono scritti in un modo così complicate che nessuno, nemmeno i piloti, sa quale sia la cosa giusta da fare. Troppi piloti si lamentano via radio al primo segnale di pressione o di contatto, loro sono i primi a essere frustrati e così anche gli spettatori e il sottoscritto. E’ folle, le regole di oggi rallentano tutto, impediscono ai piloti di fare quello che gli viene naturale. Dobbiamo far sì che i piloti possano gareggiare correttamente con più facilità anche se spesso mi chiedo se questi ragazzi siano lì per gareggiare o solo per guidare una macchina da Formula 1″.

TAG:

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti