Roccaraso e Juan Carrito, l'orso che ruba i biscotti di notte

Questo orso non sa proprio resistere ai dolci, e combina diverse marachelle pur di mangiarli

29 Novembre 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi piĆ¹ alti!
Fonte: 123rf

La golosità non ha confini e non conosce orari. Quante volte ci è capitato di alzarci agli orari più assurdi in preda ai morsi della fame e ci siamo concessi un biscottino o una fetta di torta? Ecco c’è qualcun altro che è ghiotto di dolciumi, ed è un orso.

Stiamo parlando di Juan Carrito, un orso marsicano ormai diventato una star nel Parco nazionale d’Abruzzo e presenza fissa a Roccaraso. Juan gira indisturbato per il paese, entra nei cortili degli hotel e si va a prendere i biscotti in pasticceria.

Come riporta Quotidiano.net, pochi giorni fa l’orso è stato irresistibilmente attratto dal profumo di dolci proveniente da una pasticceria, e ha quindi rotto il vetro del locale per introdursi all’interno e divorare tutti i biscotti che si trovavano ancora nelle teglie in forno. A quel punto, bello sazio, è andato via come se nulla fosse.

Una storia che a noi strappa un sorriso, ma presenta diverse complessità per chi si trova a convivere con questa presenza e a fare i conti con i danni causati dall’animale. “È successo intorno alle 21.30 di due giorni fa – ha raccontato Marina Valentini, titolare della pasticceria Dolci momenti di Roccaraso (L’Aquila) – ed è la prima volta che entra nel laboratorio”.

Juan Carrito è uno dei quattro figli di Amarena, ma, come fa sapere Valentini, “è il più pazzerello. Gira ovunque nel paese, è già passato nei pollai e lo hanno visto vicino al cimitero. Ormai non lo ferma più nessuno”.

È diventato troppo confidente – spiega ancora Valentini -. Dopo due minuti arrivano i forestali, ma lui li fa impazzire. Chiediamo di addormentarlo e allontanarlo”. Lo stesso Parco nazionale racconta sui social che “se c’è una costante che ha caratterizzato il lavoro del Parco negli ultimi due mesi, questa è di sicuro ben rappresentata dall’orso Juan Carrito”.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti