Rossi vs Lorenzo, rissa in conferenza stampa

IL VIDEO dello scontro e la trascrizione integrale di quanto successo a Misano.

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi piĆ¹ alti!
Fonte: screenshot tratto da marca

E’ riesplosa totalmente la tensione tra Valentino Rossi e Jorge Lorenzo dopo il Gran Premio di San Marino a Misano.

I due centauri della Yamaha hanno battibeccato durante la conferenza stampa seguita alla corsa.

Sotto accusa, da parte di Lorenzo, il sorpasso che il Dottore ha attuato ai suoi danni durante la corsa. “La manovra è aggressiva, forse troppo. Poteva non farlo, ma è il suo stile, altri piloti sorpassano in maniera più pulita”.

GUARDA IL VIDEO

Valentino Rossi ha risposto a queste parole con una risata. “E’ vero”, “Non è vero”, “Lo è e lo sai”, lo ha incalzato il maiorchino, risentito dall’improvvisa ilarità del Dottore.

“Guarda un’altra volta il sorpasso in televisione”, “Se non tolgo la moto, cadiamo”.

“Non è vero – lo ha corretto Rossi – Guarda Marquez a Silverstone, ci sorpassiamo spesso così”.

Lorenzo: “E’ la tua opinione, guarda i video del passato”.

Rossi: “Anche tu sorpassi in maniera aggressiva, lo hai fatto 100 volte, anche con me”.

Lorenzo: “Rispetta la mia opinione, non ridere, la direzione di gara avrà un’altra opinione. Se non tolgo la moto, cado”. “Non sono d’accordo”.

“Non serviva fare così, oggi sei stato il migliore non avevi bisogno di essere così aggressivo mi avresti sorpassato prima o poi”, ha concluso Lorenzo.

GUARDA IL VIDEO

Appena dopo la corsa Lorenzo era stato molto più diplomatico: “Valentino è stato molto costante in tutta la gara, io perdevo qualche decimino perché nella curva veloce, la 10, lui poteva aprire in sesta. E’ stato più bravo, bisogna riconoscerlo, lui e soprattutto Dani, che oggi nessuno si aspettava così forte”.

Poco dopo, l’esplosione di rabbia in sala stampa, che avrà chiare ripercussioni in futuro.

TAG:

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti