Rupert Grint sul ritorno di ‘Harry Potter’: "Mai dire mai"

Rupert Grint è (e resterà per sempre) Ron Weasley ma l’attore tornerebbe a vestire i panni del personaggio che lo ha reso famoso? Ecco la sua risposta

30 Dicembre 2020
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

La saga del maghetto Harry Potter ha portato al cinema, e prima ancora in libreria, milioni di fan e l’amore per i suoi personaggi non accenna a diminuire. Lo dimostrano anche la recente proposta Mediaset, che ha mandato in onda i capitoli cinematografici per accompagnare il mese di dicembre 2020 e feste di fine anno.

Dal 2011, ormai, la saga si è conclusa con le due parti de I Doni della Morte ma non è solo il pubblico è essere rimasto legato alle storie della Rowling. Tra i personaggi che hanno segnato le avventure e disavventure di Potter c’è Ron Weasley, interpretato dall’attore Rupert Grint che a breve rivedremo nella seconda stagione di ‘Servant’.

Intervistata da ComicBook in merito all’ipotesi di vestire nuovamente i panni del migliore amico di Harry ed Hermione, la giovane star ha confessato che non escluderebbe di fare ritorno a Hogwarts. “Non so… voglio dire, mai dire mai – riferisce il sito – È stata una parte enorme della mia vita. Sono molto affezionato a quel personaggio e alle loro storie. Quindi sì, sarei pronto al momento giusto. Vedremo”, conclude Grint.

Al momento nulla fa pensare a un sequel che possa riportare sul grande schermo Potter e compagni, ma la speranza come sempre è l’ultima a morire. Oltretutto la produzione è al lavoro su ‘Animali Fantastici’, prequel del titolo che ha reso celebre la scrittrice britannica. Fresco papà, Rupert ha poi commentato la sua esperienza in ‘Servant’: “Penso che probabilmente sia lo show peggiore di cui far parte se sei diventato papà da poco”, ha raccontato sempre a ComicBook.

“Abbiamo filmato questa stagione come in due metà a causa della pandemia. Ho avuto la bambina durante il periodo in lockdown e sono tornato sul set successivamente, per la seconda parte. – ha poi concluso – E sì, è stato è molto strano. Sicuramente ha cambiato la mia prospettiva sulle cose, in un modo utile… era qualcosa di cui non avevo mai avuto idea, quel tipo di amore…”.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti