Russia, uomo va in spiaggia con un coccodrillo al guinzaglio

In Russia un uomo si è presentato su una spiaggia sulle coste del Mar Morto portando con sé un coccodrillo al guinzaglio

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Un uomo si è presentato in spiaggia portando con sé un coccodrillo al guinzaglio. Accade in Russia, nel lido di Anapa, piccola città situata sulle coste del Mar Nero, dove sulla sabbia è improvvisamente apparso un coccodrillo.

L’animale, portato al guinzaglio da un uomo, indossava una sorta di museruola e sembrava confuso mentre, accerchiato dalla gente, veniva fotografato e toccato. La presenza del rettile ha scatenato stupore e curiosità fra i bagnanti. Molti bambini, nonostante la pericolosità dell’animale, si sono avvicinati per accarezzarlo, invogliati dal padrone. In tanti hanno posato accanto al coccodrillo per una foto ricordo a pagamento.

La scena è stata ripresa da alcuni bagnanti, che hanno poi postato i video sui social. In breve tempo la notizia della presenza del coccodrillo sulla spiaggia russa si è diffusa e il video è divenuto virale. Nelle immagini finite sui social si vede l’uomo trascinare il coccodrillo fra le onde, mentre diversi bagnanti si avvicinano per osservarlo meglio e toccarlo, felici della presenza dell’esemplare, che al contrario sembra stordito e incapace di reagire. La clip ha fatto così discutere gli utenti del web, che è arrivata alle orecchie (e agli occhi) delle autorità locali, che hanno immediatamente identificato l’uomo.

Il proprietario russo del coccodrillo è stato poi arrestato per detenzione illegale di animali, mentre lo sfortunato rettile è stato liberato dalla sua prigionia. Secondo quanto riportato dalle forze di polizia era costretto a vivere in un piccolo acquario fatto costruire nella casa dell’uomo. Veniva fatto uscire munito di museruola e guinzaglio con lo scopo di attirare turisti e curiosi che avrebbero dovuto pagare per poter scattare una foto

Ora il povero rettile, finalmente libero, è stato affidato allo zoo di Novorossiysk, dove verrà sottoposto alle dovute cure e vivrà una vita insieme ai suoi simili, lontano dal suo crudele padrone.

Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti