Sai che differenza c'è tra vellutata e crema?

Grandi protagoniste della cucina invernale, spesso vengono confuse pur non essendo la stessa cosa: ecco le differenze

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Se l’estate consente di preparare menu molto rapidi e che possono essere consumati freddi, l’inverno al contrario ci spinge a ricercare piatti caldi, sostanziosi e in grado di offrirci una sensazione di calore e benessere contro il clima rigido pronto a stringerci nella propria morsa appena fuori dalla porta di casa. Ecco quindi che tra i piatti tipici della stagione invernale ci sono vellutate e creme. Attenzione però a non confonderle: sebbene spesso vengano scambiate tra loro, non sono la stessa cosa. Vediamo perché.

Sia le vellutate che le creme sono definite minestre “legate”, perché preparate con un ingrediente che fa appunto da legante, ma se nel caso della vellutata si tratta di farina e di burro, in quello della crema è la crema di riso, patate o panna. Eppure non è così inusuale confonderle. Alla base del fraintendimento c’è sicuramente il loro aspetto, la consistenza e il fatto che spesso le verdure spopolino in entrambi i piatti.

Generalmente la vellutata viene preparata con due o tre ingredienti principali, ovvero le verdure unite a un brodo addensato con burro e farina, quel che in cucina è noto come roux, la base per la preparazione della besciamella. Per insaporire ulteriormente si possono unire tuorli d’uovo e panna. La crema invece ha una base di brodo e di solito viene preparata con un solo ingrediente principale tra verdura, legumi, carne o pesce frullati. La purea viene quindi unita alla panna o alla crema di riso o di patate.

Sia la vellutata che la crema consentono di spaziare con la fantasia per quel che riguarda gli abbinamenti degli ingredienti, e si rivelano delle perfette soluzioni per non sprecare il cibo che abbiamo in frigorifero. Qualora infatti ci fossero rimaste verdure non molto fresche potremmo sbollentarle e passarle nel mixer a creare una purea da unire alla base della pietanza che abbiamo deciso di preparare, sia essa una vellutata o una crema.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti