0, 1, 0, 1, 0, 0, 0 trend

Sai perché il cane si morde la coda?

Un atteggiamento buffo che qualche volta nasconde motivazioni più serie

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

I nostri cani sono esseri che ogni giorno sanno sorprenderci nei modi più disparati. Osservarli quotidianamente vuol dire scoprirli passo dopo passo e conoscerli ogni giorno di più. Alcuni loro gesti possono sembrarci semplicemente buffi, ma spesso vogliamo capirne il perché. Tra questi, per esempio, il rincorrere e mordersi la coda.

Si tratta di un comportamento dovuto in genere alla scoperta della coda da parte del cane. Una scoperta che arriva all’improvviso, anche in ritardo. Il nostro amico a 4 zampe inizia così a rincorrerla e morderla: un modo come un altro per conoscerla e scoprirla in modo divertente.

Questo però non è un atteggiamento sempre normale. Se il cane lo fa per molto tempo e con una frequenza diversa rispetto a quello che è considerato uno standard, potrebbe esserci alla base anche una motivazione più seria del previsto.

Ci sono alcuni aspetti che dovrebbero portarci a porci delle domande sulle condizioni psico-fisiche del nostro cane quando si ostina a rincorrersi la coda. In particolare, bisogna valutare se il cane può essere mosso da una delle seguenti motivazioni.

Si potrebbe trattare di una condizione di ansia dovuta a scarsa interazione con i propri simili o stress per una situazione particolare, come ad esempio l’arrivo di un nuovo animale in casa o un cambio di abitudini da parte del proprietario, dovuto per esempio alla nascita di un figlio.

Il cane può mordersi la coda anche per esternare il proprio bisogno di ricevere attenzioni. Forse Fido potrebbe avere la necessità di stare più tempo in compagnia, o di giocare più tempo all’aria aperta o ancora di fare più movimento. In questi casi basterebbe una semplice passeggiata in compagnia al parco.

Un altro elemento da prendere in considerazione è la possibilità che il comportamento ossessivo del cane nasconda un disturbo di tipo neurologico, o fastidio nella zona posteriore che potrebbe essere riconducibile alla presenza di pulci e parassiti. Ecco allora che una visita dal veterinario può essere la soluzione più efficace.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti