Sai perché in questo villaggio ogni casa ha un colore diverso?

Mai stati a Upernavik, in Groenlandia? Questo villaggio ha una particolarità: gli edifici hanno colori diversi, ecco qual è il motivo

In Groenlandia c’è un villaggio di poco più di 1000 abitanti che in questi giorni ha tutti i riflettori puntati addosso: parliamo di Upernavik, una cittadina di pescatori della zona nordoccidentale che è stata immortalata dal fotografo Weimin Chu durante l’ora blu, poco prima del crepuscolo, a -30 gradi. Una foto in particolare è stata insignita di un prestigioso riconoscimento, il Grand Prize del National Geographic Travel Photo Contest 2019: nello scatto vincitore vediamo un gruppo di case colorate immerse nella neve e una famiglia di tre persone che passeggiano in strada.

Se vi state domandando come facciano gli abitanti di Upernavik a uscire di casa a quelle temperature, sappiate che per loro -30 gradi è considerato un clima accettabile, quasi da primavera! Soddisfatta questa legittima curiosità, immaginiamo che il vostro occhio sia caduto sui diversi colori degli edifici: c’è una spiegazione perché le case hanno un colore diverso l’una dall’altra e in effetti, considerate le condizioni meteo a cui questa zona del pianeta è sottoposta, non si tratta soltanto di rendere esteticamente più accogliente il piccolo villaggio (in questo villaggio non esistono mariti).

Secondo Visit Greenland, gli edifici nel paese sono tradizionalmente codificati per colore per indicare la loro funzione: dai negozi rossi, alle stazioni di polizia nere, passando per gli ospedali gialli e le aziende ittiche blu per renderli più facili da identificare attraverso la neve.

Il fotografo che ha vinto la gloria e ben 7.500 $ di ricompensa doveva fermarsi a Upernavik soltanto due giorni, ma si è trattenuto una settimana per mancanza di voli e ha scattato l’immagine intitolata “Greenlandic Winter” il sesto giorno della sua permanenza (anche due italiani tra i vincitori del concorso nel 2016).

“Durante tutto il mio viaggio aereo riuscivo a scorgere solo una terra di un bianco immacolato, coperta di neve e ghiaccio. Ma poi all’improvviso ho visto una grande macchia di calore nella distanza e quella era Upernavik. La bellezza di questo quieto villaggio andava davvero oltre la mia immaginazione, è stato un grande momento per me” ha dichiarato il vincitore del contest fotografico promosso dal National Geographic.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti