Salame di cioccolato col panettone: il dolce pronto in 10 minuti

Con l'Epifania le feste finiscono, ma gli avanzi restano: ecco come dare nuova vita al pandoro o al panettone rimasti aperti

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi piĆ¹ alti!

Stanno per terminare le festività natalizie: anche in questa annata particolare gli italiani non hanno rinunciato a mangiare bene e nonostante tavolate molto meno numerose, il cibo della tradizione in tavola non è mancato (ecco qual è stato il più fotografato sui social).

Malgrado gli sforzi per ripulire il frigo dagli avanzi, siamo certi che anche a casa vostra sarà rimasto almeno un pandoro o un panettone, aperto e a rischio deterioramento veloce (come cercare di conservarli in casa).

Come dare nuova vita al panettone o al pandoro avanzati, aperti o chiusi che siano? Ecco una veloce ricetta per trasformarli in una preparazione nuova e molto golosa, senza uova e senza cottura.

Il panettone e il pandoro avanzati vanno sbriciolati grossolanamente in una ciotola, a mano, senza schiacciarli: per circa 6 persone vi consigliamo di usare 200 grammi di panettone (o pandoro, o tutti e due mescolati), 100 g di burro, 100 g di zucchero, 50 g di cacao amaro in polvere, due o tre cucchiai di latte (o di rum) e zucchero a velo.

Al panettone sbriciolato nella ciotola andate dunque ad aggiungere burro fuso, zucchero e cacao amaro, latte o rum e mescolate bene, energicamente, fino ad ottenere un composto morbido e lavorabile: spostatevi su un piano di lavoro e date al composto la forma di un cilindro, aiutandovi con la carta da forno. Chiudete le estremità del cilindro, come una caramella, e mettete il tutto in frigo a rassodare: servirà almeno un’ora.

Una volta che il vostro salame di cioccolato ha preso forma, non resta che guarnirlo con zucchero a velo, portarlo in tavola e offrirlo ai vostri ospiti: ottimo come dolce a fine pasto, è anche un’ottima merenda per i bimbi (nella versione con il latte) e una colazione per tutta la famiglia. Se non temete le calorie, potete accompagnarlo con una crema da spalmare: c’è solo l’imbarazzo della scelta.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti