Salviette disinfettanti, non usarle per pulire la cucina

Soluzioni comode e pratiche per aiutarci a tenere pulito l'ambiente che ci circonda, ma non possono essere usate ovunque: ecco dove è meglio evitare

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Con la complicità della pandemia, siamo diventati tutti molto più attenti alle pulizie di casa: anche chi prima non ci faceva molto caso adesso disinfetta con più attenzione le superfici e i pavimenti, lava le mani più spesso e maneggia con cura quello che arriva da fuori.

Alcuni sistemi di igienizzazione “veloce”, come gli spray per ambienti, i gel lavamani o le salviette disinfettanti sono quindi necessari ed utili, perchè ci semplificano la vita permettendoci comunque di salvaguardare la salute: attenzione però ad usarli solo quando effettivamente servono, ad esempio fuori casa, e non come surrogati di pulizia ed igiene vera.

Ad esempio, lavare le mani a fondo è sempre meglio del gel lavamani e areare gli ambienti aprendo le finestre è preferibile a qualunque spray disinfettante: stesso discorso per le salviette disinfettanti.

Ne esistono di diversi tipi: da quelle piccole, da borsetta, che servono per igienizzare le mani e piccole superfici (ad esempio il manico del carrello al supermercato)  a quelle più grandi, che possono essere usate per le pulizie di casa. Ci sono però ambiti dove è preferibile evitare di pulire solo con salviette igienizzanti: ad esempio, in cucina o in bagno.

Covid a parte, superfici della cucina dove è stata appoggiata della carne cruda, ad esempio, non possono essere semplicemente igienizzate con una salvietta: devono essere lavate con detergenti appositi e sciacquate. Stessa cosa in bagno: sul water ci sono troppi batteri perchè possa bastare una passata con una salvietta.

Vi sconsigliamo poi le salviette su tutto ciò che assorbe umidità, come tessuti e moquette: per fare effetto le soluzioni antibatteriche hanno bisogno di agire per qualche minuto, se vengono assorbite sono pressochè inutili. Occhio alle superfici in legno, che possono facilmente rovinarsi ed infine occhio anche ai giocattoli dei bambini: su alcuni prodotti è riportato specificatamente che possono essere usati su giochi, ciucci e tettarelle dei neonati. Se non è specificato, non utilizzate le salviette per igienizzarli: i residui chimici potrebbero essere dannosi per loro.

 

 

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti