0, 0, 0, 0, 1, 0, 0 trend

Sapete qual è il lago più antico del mondo?

Si trova in Russia e ha tra i 20 e i 25 milioni di anni

16 Giugno 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Il lago Baikal, in Siberia (Russia), è il più antico del mondo. Ha tra i 20 e i 25 milioni di anni e si è formato a seguito di una spaccatura tettonica nella crosta terrestre. La spaccatura è molto attiva e sta facendo sì che Baikal continui ad allargarsi a una velocità approssimativa di 2 cm all’anno. Contiene più acqua di tutti i Grandi Laghi del Nord America messi insieme e ospita una ricchezza di biodiversità, inclusa l’unica foca d’acqua dolce al mondo.

Questo lago è stato posto sotto la tutela dell’UNESCO come patrimonio dell’umanità nel 1996. Fa parte della lista delle Sette meraviglie della Russia.

Come riporta Wikipedia, il lago Baikal si estende in una zona geologicamente molto tormentata; occupa una zona di sprofondamento molto profonda, ed è circondato da piccole catene montuose che si allungano tutto intorno alle sue coste: monti del Baikal, monti del Barguzin, monti Primorskij, monti Chamar-Daban, monti Ulan-Burgasy e, all’estremità settentrionale, l’Altopiano Stanovoj.

Il Baikal riceve le acque di 336 immissari, i maggiori dei quali sono il Selenga (che nasce in Mongolia), il Barguzin, la Verchnjaja Angara (Angara Superiore), la Turka e la Snežnaja; possiede invece un solo emissario, l’Angara, tramite il quale il lago tributa allo Enisej. Il bacino imbrifero del Bajkal si estende su una superficie di circa 557000 km².

Il lago Baikal si trova in una regione dal clima molto duro, con fortissime escursioni termiche fra le stagioni estreme; il lago, con la sua enorme massa d’acqua, esercita una forte azione di mitigazione delle temperature, con il risultato di avere inverni meno freddi ed estati più fresche e umide delle zone circostanti. D’inverno il lago è interessato da un esteso congelamento delle acque superficiali; questi ghiacci, per via della inerzia termica data dalla gran massa d’acqua, tendono a formarsi piuttosto tardi (ovvero a dicembre) e a fondere completamente solo verso maggio.

Il lago è frequentemente battuto da un forte vento che viene chiamato “sarma” dalle popolazioni locali, e che può toccare i 150 km/h.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti