Gli scout tolgono la parola "boy" dal nome

Gli Scout d'America rinunciano alla parola "boy" e aprono le porte alle ragazze, bandite per ben cento anni

I boyscout tolgono la parola “boy” dal nome. Si tratta di una vera e propria rivoluzione, che arriva dopo che l’associazione americana ha deciso di aprire le porte anche alle donne. A partire dal febbraio 2019, il celebre programma Boy Scouts per ragazzi fra gli 11 e i 17 anni si chiamerà semplicemente Scouts BSA, anche se il nome dell’organizzazione generale rimarrà Boy Scouts of America.

Nell’ottobre 2017, a cento anni dalla fondazione, i Boy Scout d’America, da sempre considerati una vera e propria roccaforte del tradizionalismo, avevano scelto di consentire l’accesso anche alle ragazze. La riforma, arrivata dopo un’apertura ai gay e ai trans, che era stata accolta con grande entusiasmo, dopo che per un secolo i Club Scout erano stati riservati ai ragazzi.

Oggi le ragazze hanno conquistato gli Scout d’America, che non solo hanno scelto di eliminare quel “boy” ormai considerato “datato”, ma anche di permettere ai membri femminili di passare dal lupetto al rango di Aquile, considerato il più alto.

“Ci battiamo – aveva annunciato Michael Surbaugh, capo Scout – per portare ciò che la nostra organizzazione fa meglio, sviluppare carattere e leadership tra i giovani nel maggior numero possibile di famiglie e ragazzi mentre contribuiamo a formare la prossima generazione di leader”. L’uomo aveva descritto la decisione come un “cambiamento necessario” per aprire “il nuovo capitolo nella nostra storia”.

“Per noi – aveva concluso Surbaugh – è importante che tutti i giovani possano vedere se stessi nello scautismo in ogni modo possibile”.

Gli Scout d’America ad oggi contano 2,3 milioni di iscritti con un’età fra i 7 e i 21 anni e oltre un milione di volontari sparsi in tutti gli Stati Uniti. L’America non è l’unico paese in cui le ragazze hanno ricevuto la possibilità di accedere agli scout. Qualche tempo fa l’associazione canadese aveva annunciato di voler mutare il proprio nome in Scouts Canada, considerato neutro e più rispettoso nei confronti del gentil sesso.

TAG:

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti