Scrocchiare le dita causa l'artrite? La leggenda da sfatare

Siete abituati a scroccarvi le dita ma avete paura che questo possa causare artrite? Un medico l’ha fatto per 60 anni, il mito da sfatare

30 Aprile 2020
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Ogni tanto abbiamo necessità di scrocchiare le dita delle mani, di rilassare il collo o la schiena: il “crack” derivante da questi movimenti nelle articolazioni è molto spesso liberatorio per chi lo fa, talvolta fastidioso per chi lo sente, ma causa artrite a lungo andare?

È piuttosto diffusa la credenza che scrocchiarsi le dita possa provocare problemi di artrosi alle articolazioni con il passare del tempo, ma quanto c’è di vero in questa convinzione? Ben poco stando a una serie di esperimenti che vi illustreremo nell’articolo e al parere di Jason Somogyi, un chirurgo ortopedico della Texas Orthopedics.

Cosa succede nello specifico quando scrocchiamo le nocche delle dita? Le nocche sono giunture che collegano due ossa insieme a quella che viene chiamata una capsula articolare: questa è piena di liquido per impedire alle ossa di sfregarsi l’una contro l’altra e quando scrocchiamo le dita, stiamo semplicemente operando un piccolo allontanamento tra le ossa e cambiando la pressione all’interno della capsula.

“Questo cambiamento di pressione causa così la formazione di una bolla d’aria che provoca il crack” ha fatto sapere a Insider Somogyi. Se riprovate a scrocchiarvi nuovamente le dita dopo poco non succede nulla perché la bolla d’aria non ha avuto il tempo di formarsi: in genere dopo circa 15 minuti è possibile di nuovo compiere questo gesto!

Sfatiamo così il mito che scrocchiare le dita porti all’insorgere di artrite: “È improbabile che la variazione a breve termine della pressione in ciascuna articolazione abbia un impatto negativo sulla cartilagine dell’articolazione” ha affermato l’esperto confermando alcuni studi recenti.

Uno in particolare del 2011 è stato condotto su 215 partecipanti stabilendo che la percentuale di quelli con osteoartrosi era sostanzialmente simile tra le persone che si sono scrocchiate abitualmente le dita (18%) rispetto a quelle che non lo facevano (21%).

In un altro esperimento, un medico californiano ha regolarmente scrocchiato le dita della sola mano sinistra per oltre 60 anni, ha quindi esaminato la progressione dell’artrite in entrambe le mani senza riscontrare differenze nelle articolazioni.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti