Se la prende con l'arbitro donna, tifoso espulso

La giudice di gara ha interrotto la partita per fare allontanare lo spettatore

Fonte: Getty Images

“Arbitro, vai a lavare i piatti!”, e la partita viene subito sospesa.

Il grido di un tifoso inferocito contro il giudice di gara nel corso della sfida fra Ue Valls e Cambrils Unio’ della Seconda divisione regionale catalana ha provocato la sospensione immediata della partita su decisione dell'arbitro, o meglio dell'arbitra, Marta Galego che non ha tollerato l'offesa di carattere sessista proveniente dagli spalti. 

La Galego ha immediatamente applicato la direttiva della Federazione calcio spagnola e, dopo aver fischiato per fermare il gioco, ha chiesto al delegato locale di intervenire e di allontanare dallo stadio il tifoso maleducato e 'machista'. La gara è poi regolarmente ripresa, come raccontato da 'El Mundo online', mentre il pubblico presente allo stadio copriva l'arbitro di applausi

Alla Galego, per sua fortuna, è andata molto meglio rispetto a quanto accaduto ad un arbitro argentino solo poco tempo fa. Leonardo Vera, difensore del Quilmes de Rafaela, infatti, durante il derby con lo Sportivo, valido per il campionato regionale, ha colpito il direttore di gara con alcuni pugni al viso al 42' del primo tempo. Solo l'intervento dei suoi compagni di squadra, che l'hanno bloccato, ha scongiurato il peggio.

La partita è stata immediatamente sospesa sul risultato di 0-0. Il direttore di gara, dopo l'aggressione, ha deciso di raggiungere lo spogliatoio e dopo mezz'ora è stato condotto in ospedale a bordo di un'ambulanza.
Durissimo il commento del tecnico dello Sportivo, Juan Orellana: "E' preoccupante che accadano certe cose. Quando si gioca a calcio le pulsazioni sono a mille ma bisogna stare tranquilli, non c'era alcun motivo che andasse cosi'".

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti