Se prepari il pollo fritto così sarà uguale a quello di KFC

Un cuoco americano ha lavorato 18 mesi su una ricetta il più possibile simile a quella originale, segretissima come e più di quella della Coca Cola!

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Il Kentucky Fried Chicken, il pollo fritto alla Kentucky, in America è una vera e propria istituzione (tanto da comparire anche nei matrimoni): negli ultimi anni il faccione del Colonnello Sanders, simbolo del KFC, si sta diffondendo anche nel nostro paese con fast food monomarca e il suo mitico pollo fritto, la cui ricetta si dice sia segreta quanto e più di quella della Coca Cola, è molto apprezzato anche dalle nostre parti.

Su diversi siti di cucina italiani ci sono ricette più o meno simili a quella del pollo fritto alla Kentucky, ma per trovare un procedimento che assicuri il risultato più simile possibile all’originale è meglio spostarsi negli Stati Uniti: uno chef amatoriale, Dan Fell, ha passato 18 mesi a studiare una ricetta per realizzare il vero pollo fritto di KFC ed alla fine ha pubblicato la ricetta su Twitter.

Una giornalista di Insider,  si è messa ai fornelli ed ha seguito passo passo la ricetta, ottenendo un risultato che lei stessa definisce “meraviglioso” e anche abbastanza semplice: non bisogna avere paura di sporcarsi le mani (e gran parte della cucina) friggendo con moltissimo olio un pollo molto condito.

Alla base del successo del pollo di KFC c’è il mix di spezie, che è segretissimo, utilizzato per condire la carne: secondo Dan Fell si tratta di origano, timo, zenzero in polvere, aglio in polvere, senape in polvere, sale di sedano, pepe nero, pepe bianco, sale marino e paprika. A queste spezie va aggiunta la farina e in questo mix va impanato il pollo prima di friggerlo.

Ancora prima, le coscette di pollo vanno passate in un mix di uova e latte, per poi essere impanate nel mix di farina e spezie e poi fritte, completamente immerse nell’olio (meglio se di semi).

Il tempo di cottura è molto variabile, come ha scoperto la stessa Rachel: la ricetta di Dan Fell parlava di sei minuti per pezzo, ma lei alla fine li ha cotti molto di più per ottenere una frittura croccante ed omogenea.

Cucinare il pollo alla KFC non è impossibile, anche se il risultato non sarà mai esattamente identico a quello del fast food: se la ricetta non fosse così segreta sarebbe senz’altro più semplice!

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti