Sei triste? Il medico di famiglia potrebbe prescriverti un libro

Sembra incredibile ma leggere comporta dei benefici importanti per il nostro umore: conosci le potenzialità della biblioterapia?

Se è vero che due mele al giorno tolgono il medico di torno (ecco come agiscono sul cuore), anche leggere un buon romanzo o una poesia può tenere il dottore lontano: certamente concedersi del tempo per leggere significa evadere per qualche ora dalla frenetica vita reale, ma vi assicuriamo che questo “hobby” agisce positivamente sul nostro umore, sulla serenità mentale e può farci evitare di perdere il filo della nostra esistenza (anzi leggere allunga la vita!).

Talvolta capita di sentirci tristi, poco a fuoco, smarriti: invece di affidarci a rimedi farmacologici, la biblioterapia può essere una validissima alternativa. L’uso della letteratura per migliorare la salute mentale si è infatti dimostrata così efficace che in alcuni casi i libri vengono persino prescritti dal SSN, almeno in Inghilterra.

Questa terapia basata sulla lettura pare funziona su tutti, grandi e piccoli: non si tratta di leggere libri di life coaching e di motivatori personali, come potremmo immaginare, ma piuttosto di romanzi e poesia.

La lettura della poesia ha ridotto considerevolmente i sintomi delle persone con PTSD (disturbo da stress post-traumatico), secondo un recente rapporto del Journal of Poetry Therapy, mentre i ricercatori dell’Università dell’Alabama hanno scoperto che i depressi sottoposti a biblioterapia avevano meno probabilità di ricadere rispetto a coloro a cui sono stati prescritti farmaci veri e propri.

Ma come funziona il processo? Consta di tre fasi: identificazione, catarsi e intuizione.

Prima siamo portati ad identificarci con i personaggi principali, viviamo le loro emozioni e le loro lotte a distanza, e grazie a questa immersione nella vita dell’altro, riusciamo ad ottenere informazioni sulla nostra vita, capire quale strada prendere, che soluzioni adottare per questo o quel problema interiore (Conosci i silent book club? Per rigenerarti mentalmente dal caos quotidiano).

Insomma, leggere fa bene non solo perché amplia le nostre prospettive e arricchisce i nostri pensieri, ma anche perché ci aiuta ad affrontare le sfide che talvolta ingaggiamo con noi stessi.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti