Serie tv, ecco perché non riesci a smettere di vederle

Siete diventati dipendenti da divano e serie tv? È normale non riuscire a smettere, ecco perché il bing watching è diventato un rituale

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Con la massiccia espansione globale di piattaforme di streaming come Netflix – che nel 2019 aveva più di 154 milioni di abbonati in oltre 190 paesi – vedere maratone di contenuti televisivi senza stop è gradualmente diventato un “nuovo rituale” per molti spettatori (Qui 10 serie tv di cui innamorarsi immediatamente).

In questo periodo di quarantena forzata, poi, le serie tv diventano una sorta di consolazione per chi è costretto a stare a casa lontano da uffici, palestre o centri commerciali.

Perché non riusciamo a smettere di guardare una serie tv dopo qualche episodio ma spesso ci capita di andare avanti ad oltranza senza renderci conto del tempo che passa (ecco le serie più costose della storia)? Le conseguenze di queste abbuffate in tv, ma anche su altri dispositivi come tablet, smartphone e pc, sono da considerarsi potenzialmente preoccupanti a livello globale perché il fenomeno di binge watching è in effetti diventato pressoché planetario.

Un sondaggio dell’American Academy of Sleep Medicine nel 2019 ha rilevato infatti che l’88% degli adulti americani ha riferito di una mancanza di sonno dovuta proprio alla televisione e alle serie in streaming (se ti addormenti con la tv accesa rischi di ingrassare).

Su The Conversation troviamo un articolo a firma Yearry Panji Setianto, professore in Studi sulla Comunicazione della Università indonesiana Sultan Ageng Tirtayasa, che ha esplorato le motivazioni di 34 studenti americani tra i 18 e i 24 anni abituati a fare binge watching su Netflix, Hulu e Amazon Prime.

L’assenza di pubblicità, il fatto che tra un episodio e l’altro non ci siano pause, la possibilità di fruire dei content in streaming su molteplici device anche contemporaneamente sono i fattori principali che hanno costruito il successo di queste piattaforme.

Senza contare che alla base delle abbuffate tv, come emerge dalle considerazioni effettuate su The Conversation, troviamo un senso di noia da parte dei più giovani (ma possiamo sfruttare le serie tv per imparare l’inglese!) parallelo a un bisogno di evasione: chi è non sa cosa fare dopo la scuola o il lavoro o chi si trova ad affrontare un periodo sovraccarico di studio o impegni necessità di evasione che colma divorando serie tv.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti