Si chiama Moringa, è l'albero che ci salverà dalla fame

Moringa potrebbe essere l'albero che salverà dalla fame: resistente alla siccità, con molteplici usi e tante proprietà nutritive

Fonte: Instagram

Tante sono state le proposte e i tentativi di porre definitivamente un freno al problema della fame nel mondo. La soluzione definitiva sia alla fame sia alla povertà potrebbe arrivare da un semplice albero da cortile, il moringa.

Se molti lo hanno ribattezzato “Albero dei miracoli”, un motivo deve esserci. Più di uno, in realtà, dato che le proprietà miracolose di questo albero non sono poche e si estendono in più ambiti.

Benefici delle foglie di moringa

Le proprietà più importanti della pianta di moringa risiedono nelle sue foglie, che hanno un sapore simile a quello del thé verde. Le proprietà nutritive sono strabilianti: l’albero moringa contiene più calcio del latte, più proteine delle uova e più vitamina A delle carote. Tutte queste proprietà non danno benefici solo dal punto di vista nutrizionale, ma secondo alcuni studi renderebbero il moringa un potente anti-infiammatorio ed un utile strumento per il controllo della glicemia nei malati di diabete. Stimola, inoltre, la produzione di latte nelle donne, motivo per cui è stato rinominato anche “migliore amico delle mamme“.

Gli utilizzi di questa pianta non si limitano all’ambito alimentare, ma anche al settore della cosmesi: dai semi è possibile ricavare preziosi oli per capelli.

Moringa: l’albero che salverà il mondo

Il fatto che venga considerato un super-cibo non dipende solo dalle sue -seppur eccellenti- proprietà nutrizionali, ma anche dalle condizioni in cui l’albero riesce a svilupparsi: cresce rapidamente e resiste alla siccità, due caratteristiche che rendono la sua coltivazione ideale in quelle zone in cui la povertà e la malnutrizione sono più gravi, come l’Africa, l’Asia e il Sud America.

Incentivare la coltivazione e la vendita di prodotti derivati da questa pianta è uno dei principali obiettivi di varie associazioni, come ad esempio MoringaConnect, che impiega oltre 2’000 collaboratori locali e che solo in Ghana ha piantato 250’000 piante.

Coltivare un albero Moringa permette di raccogliere i frutti del proprio lavoro in breve tempo e di poter utilizzare le foglie non solo per il consumo della propria famiglia o comunità, ma anche per ricavarne prodotti da vendere a terzi, garantendo un guadagno molto superiore alle spese. I prodotti a base di moringa si stanno diffondendo negli Stati Uniti e la loro diffusione non solo dà benefici a chi consuma questi alimenti, ma anche a chi li produce.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti