Smart working alle Hawaii: il volo è gratis

Il vostro sogno è chiudere il pc e correre sulla spiaggia alla fine della vostra giornata lavorativa? Avete l'opportunità di realizzarlo, ecco come

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
Fonte: 123RF

Moltissime persone si sono trovate improvvisamente, causa pandemia, a lavorare da casa propria: pc portatile, una tazza di caffè e via, le giornate lavorative in smart working sono diventate forse meno stancanti ma sicuramente più solitarie e noiose (ecco cosa mangiare per lavorare meglio da casa)

Se sognate ad occhi aperti di chiudere il pc, aprire la porta di casa e bagnarvi i piedi nel mare, forse avete una possibilità di trasformare il sogno in realtà, grazie al progetto Movers and Shakas.

Questa iniziativa prevede infatti un programma di residenza temporanea, con un biglietto gratuito di andata e ritorno verso le Hawaii, per i lavoratori in remoto che desiderano vivere e lavorare sull’isola per almeno 30 giorni, contribuendo così all’economia del posto.

E’ stato il governo hawaiano a lanciare l’iniziativa, in cerca di ossigeno per una economia prevalentemente fondata sul turismo che si è in parte “bloccata” a causa della pandemia: i prescelti avranno quindi il privilegio di trascorrere un mese in un vero e proprio paradiso terrestre, a Oahu, svolgendo il proprio lavoro in remoto e con l’unico obbligo di trascorrere alcune ore ogni settimana presso un’organizzazione no profit. In cambio, come detto, il viaggio sarà gratuito (ti piacerebbe lavorare in smart working da qui?)

Le Hawaii sono inoltre una delle zone meno colpite dal Covid19: con tutte le accortezze, ma in piena sicurezza, il soggiorno sull’isola non nasconde “brutte sorprese” da questo punto di vista.

“Uno degli obiettivi centrali del progetto è aiutare a diversificare l’economia”, ha dichiarato alla CNN Richard Matsui, promotore dell’iniziativa “oltre che portare dollari preziosi nelle nostre attività locali, il vero valore è portare lavoratori con conoscenza e talento che aiuteranno sia a costruire le nostre comunità, attraverso il lavoro di volontariato, sia a rendere la nostra economia più resiliente e diversificata”

Per candidarvi però fate in fretta: per i primi 50 lavoratori in smartowrking le selezioni si chiudono il 15 dicembre. Qui il form da compilare!

 

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti