Song fuori dal coma: "Salvato dal mio cane"

"Senza di lui sarei morto"

Fonte: Getty Images

Ad ottobre Rigobert Song ha spaventato tutti ma ora che è fuori pericolo ha potuto finalmente raccontare che cosa gli è successo.

Il popolare ex difensore della nazionale camerunese, visto in Italia per un breve periodo con la Salernitana, è infatti uscito dal coma pochi giorni dopo l'ictus che ha fatto temere per la sua vita e nella sua prima intervista all'Equipe ha riservato un ringraziamento speciale.

Tutto è successo quando Song si è sentito male mentre era nella sua casa di Yaoundé: "Il mio cane ga iniziato ad abbaiare talmente forte che il vicino si è preoccupato. Fortunatamente avevo lasciato la porta aperta perché aspettavo una visita. Fosse stata chiusa a chiave, sarei morto. Quando mi sono sentito male, sono caduto di lato e non ho ingoiato la lingua, altrimenti sarei rimasto soffocato. Il mio vicino, vedendo che non rispondevo ha chiamato l'ambulanza".

"Quando mi sono risvegliato ed ero in ospedale a Parigi pesavo appena 60 chili. Incredibile che un uomo grande e grosso come me fosse ridotto così… Ora peso 65 chili, sto migliorando giorno dopo giorno grazie alla rieducazione. Di quella sera in cui mi sono sentito male ricordo che ero sul divano, poi improvvisamente mi sono sentito stanchissimo. Poi il buio. Mentre ero in coma ho rivisto mio padre. E’ morto quando avevo 9 anni, eppure l’ho riconosciuto immediatamente. Mi diceva: ‘Che fai lì? Vieni!’ Ho iniziato a dimenarmi. Mi sentivo legato, appresso. Improvvisamente mi sono alzato sul letto e ho gridato: ‘Liberatemi!’. E’ così che sono uscito da quel lungo sonno".

TAG:

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti