Spedivano lettere imbrattate con feci ai vip: 2 indagati a Milano

Sono un 70enne e una 53enne

Fonte: Copyright (c) APCOM.

Milano, 26 gen. (askanews) – Un 70enne milanese e una 53enne brianzola sono stati denunciati a piede libero per minacce e diffamazione perché accusati di essere gli autori di migliaia di lettere anonime che dal 2014 avrebbero spedito a notissimi personaggi del mondo politico, istituzionale, imprenditoriale e sportivo. Tutte le missive inviate contenevano anche carta igienica imbrattata di feci.

Gli agenti della Digos della questura di Milano li hanno fermati in flagranza mentre stavano per imbucare alcune di queste lettere nella cassetta dell’ufficio postale di Basiglio (Milano). Nel corso della perquisizione nella loro abitazione di Rozzano, nell’hinterland del capoluogo lombardo, gli investigatori hanno sequestrato altre 110 lettere uguali.

Le buste presentavano tutte le stesse caratteristiche: l’indirizzo scritto sia in corsivo che in stampatello con inchiostro nero e francobolli solitamente di Paesi esteri (Azerbaijan, Bhutan, Zaire) che avevano l’annullo postale del centro meccanografico postale di “Milano Borromeo”.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti