Stai respirando male, ecco il motivo

Se respiri così lo stai facendo male, ecco come rimediare

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Respirare è qualcosa che facciamo in maniera inconscia. E per fortuna, perché se ogni volta che inspiriamo ed espiriamo dovessimo pensare a come farlo a quest’ora non saremmo neanche qui a parlarne, visto che lo facciamo in continuazione. Eppure sono in molti a respirare male: e questo può portare disturbi fastidiosi come il russare, ansia, asma e apnee notturne.

James Nestor, autore di Breath: The New Science of a Lost Art, parla diffusamente dell’importanza di una corretta respirazione e spiega alcuni trucchetti ed esercizi per correggere una modalità di respiro sbagliata. Lui stesso ammette di essere stato a lungo uno di quelli che di notte ha sempre respirato con la bocca.

Questa abitudine non fa bene all’organismo. Innanzitutto dormire con la bocca aperta altera il pH nella bocca e lo rende più acido, e quindi terreno fertile per l’alito cattivo. Non solo, respirare attraverso la bocca espone i polmoni alla polvere, agli allergeni, alle muffe e all’inquinamento nell’ambiente.

Il nostro naso rappresenta la prima linea di difesa. Filtra l’aria in modo tale che quando questa entra nei nostri polmoni essi possano estrarne l’ossigeno in maniera più efficiente. Respirando attraverso il naso riusciamo ad avere il 20% in più di ossigeno di quando respiriamo con la bocca.

Un trucchetto per imparare a respirare meglio, come suggerisce James Nestor, è il seguente: prendete un piccolo pezzo di nastro adesivo, della grandezza di un francobollo, mettetelo sulle labbra per un’ora o per il tempo che vi serve per abituarvi a respirare dal naso. A quel punto mettetevelo anche di notte. Questo perché quando i nostri muscoli si rilassano tendiamo a tenere la bocca chiusa.

Se impariamo a respirare con il naso di notte non solo facciamo un favore ai polmoni ma diminuiamo significativamente il rischio di russare perché c’è più pressione e l’aria si muove più lentamente attraverso il naso che attraverso la bocca.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti