Cosa sappiamo finora su "44/876", l’album di Sting & Shaggy

L’inedita coppia formata da Sting e Shaggy sta per uscire con un album dal titolo “44/876”. Ecco tutto quello che sappiamo finora sul disco

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

L’uscita dell’album di Sting e Shaggy è prevista per il 20 aprile ma già da qualche mese si parla molto dell’inedita coppia di artisti. Il disco che i due cantanti hanno registrato si preannuncia molto particolare già dal titolo: “44/876”, due numeri che non sono altro che i prefissi telefonici internazionali delle rispettive nazioni d’origine, l’Inghilterra per Sting e la Giamaica per Shaggy.

Un’anticipazione delle canzoni che compongono il disco è stata data dal singolo “Don’t make me wait”, pubblicato il 25 gennaio e presentato anche al Festival di Sanremo 2018. Del brano è stato anche realizzato un video, girato in Giamaica per la regia di Gil Green.

L’incontro tra due artisti così diversi è avvenuto proprio mentre Shaggy stava registrando la canzone che poi ha cantato insieme a Sting. Nessuno poteva prevedere che nascesse un feeling talmente forte da far nascere addirittura un album. “44/876” è un disco che mescola i ritmi caraibici al pop-rock e il risultato è un album pieno di hit, tra cui “Dreaming in the USA” e “Morning is coming”.

Sting ha dichiarato che l’incontro con Shaggy è stato molto importante, perché, nonostante abbiano ognuno il proprio stile, sono riusciti a trovare un punto d’incontro, che è servito a dare vita all’album: «Il disco riflette il magnetismo tra questi due poli opposti che sono la Giamaica e il Regno Unito. E riflette una diversità culturale in un modo gioioso. È un messaggio sociale importante».

L’amicizia nata durante la lavorazione di “44/876” è vera e reale, tanto che Sting ha partecipato come ospite a un concerto che Shaggy ha tenuto per beneficenza, in favore dei bambini dell’ospedale di Kingston.

La Giamaica è la reale protagonista dell’album e Sting ha confessato di essere molto legato a quella terra e alla musica reggae, fin da quando era ancora nei Police: «Ho passato molto tempo in Giamaica negli anni ’80 e ho fatto molte amicizie lì: mi piace la gente, il loro calore, e il modo in cui riescono a convivere e rispettare le loro differenze in maniera positiva».

Il primo album della coppia Sting & Shaggy sarà sorprendente e insolito ma si può affermare che sarà sicuramente pieno di colori e di positività.

Cosa sappiamo finora su "44/876", l’album di Sting & Shaggy

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti