Stop per Bottura: addio al primato dell'Osteria Francescana

Dura battuta d'arresto per il ristorante del noto chef: in testa alla classifica l'Eleven Madison Park di New York, dello svizzero Daniel Humm

L’Osteria Francescana di Massimo Bottura ha perso il suo primato. Il miglior ristorante al mondo, oggi, sarebbe l’Eleven Madison Park di New York, dello chef svizzero Daniel Humm. Lo chef italiano, che si posiziona al secondo posto con il suo rinomatissimo ristorante, resta comunque il “Migliore d’Europa”.

Gli altri italiani segnalati sono il Piazza Duomo di Enrico Crippa, quindicesimo, e Le Calandre di Massimiliamo Alajmo, al 29esimo posto. Niko Romito, attesissima new entry, sale dall’ottantaquattresimo posto al 43esimo.

Daniel Humm cucina da quando aveva 14 anni negli hotel svizzeri, ma il padre lo avrebbe voluto architetto. Le soddisfazioni sono arrivate comunque: a 24 anni la prima Stella Michelin. Negli Usa dal 2003, ha aperto nel 2006 l’Eleven Madison Park. Il locale della Grande Mela prevede un menù degustazione stagionale di 8-10 portate, al prezzo di 295 dollari a persona, escluse bevande e tasse.

La “World’s 50 Best Restaurants” manifestazione che dal 2002 incorona i 50 più prestigiosi locali internazionali, ha fatto tappa per il 2017 a Melbourne.

La Classifica
1: Eleven Madison Park (Usa)
2: Osteria Francescana (Italia)
3: El Celler de Can Roca (Spagna)
4: Mirazur (Francia)
5: Central (Perù)
6: Asador Etxebarri (Spagna)
7: Gaggan (Thailandia)
8: Maido (Perù)
9: Mugaritz (Spagna)
10: Steirereck (Austria)
11: Blue Hill at Stone Barns (Usa)
12: Arpège (Francia)
13: Alain Ducasse at Plaza Athenée (Francia)
14: Restaurant Andrè (Singapore)
15: Piazza Duomo (Italia)
16: D.O.M. (Brasile)
17: Le Bernardin (Usa)
18: Narisawa (Giappone)
19: Geranium (Danimarca)
20: Pujol (Messico)
21: Alinea (Usa)
22: Quintonil (Messico)
23: White Rabbit (Russia)
24: Amber (Hong Kong – Cina)
25: Tickets (Spagna)
26: The Clove Club (Inghilterra)
27: The Ledbury (Inghilterra)
28: Nahm (Thailandia)
29: Le Calandre (Italia)
30: Arzak (Spagna)
31: Allenò at Pavillon Ledoyen (Francia)
32: Attica (Australia)
33: Astrid (Perù)
34: De Librije (Olanda)
35: Septime (Francia)
36: Dinner (Inghilterra)
37: Saison (Usa)
38: Azurmendi (Spagna)
39: Relae (Danimarca)
40: Cosme (Usa)
41: Ultraviolet (Cina)
42: Boragò (Cile)
43: Reale (Italia)
44: Brae (Australia)
45: Den (Giappone)
46: L’Astrance (France)
47: Vendome (Germania)
48: Tim Raue (Germania)
49 Tegui (Argentina)
50: Hot Van Cleve (Belgio)

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti