La storia di "Silent Night" è più bella di quel che credete

Il 24 dicembre 1818 è stato intonato per la prima volta il canto di Natale più famoso del mondo, “Silent Night”: ecco la sua storia

Tutti conosciamo e cantiamo “Silent Night”, ma quanti di voi sono a conoscenza del modo in cui questa canzone è nata?

Ogni vigilia di Natale, centinaia di persone provenienti da tutto il mondo affollano la cappella di Oberndorf, in Austria. Il motivo? Cantare insieme una delle canzoni più amate del mondo: “Silent Night”. In mezzo alle luci scintillanti, due uomini – di cui uno strimpella una chitarra – sono di fronte la piccola cappella e cantano la versione tedesca del brano, proprio come era nel 1818. E poi, altri, la intonano nelle diverse lingue del mondo. L’evento sarà quest’anno ancora più suggestivo perché il 24 dicembre “Silent Night” compie ben 200 anni. Ma com’è nata la canzone? La vigilia di Natale del 1818 un prete di nome Joseph Mohr ha chiesto al suo amico organista e insegnante Franz Xaver Gruber di comporre una melodia che lui stesso aveva composto due anni prima. Contento del lavoro di Gruber, Mohr ha cantato la canzone dopo la tradizionale messa di Natale celebrata quella sera, mentre il suo amico suonava il basso. Il pubblico era composto perlopiù da operai, manovali e costruttori di barche.

Non si sa bene cosa abbia ispirato Mohr nello scrivere “Silent Night” per il periodo di Natale. Si ipotizza che il prete volesse mettere in nota il desiderio di continuare a vivere in pace dopo la scia di guerre napoleoniche che avevano devastato l’Europa tra il 1803 e il 1815. In quello stesso anno, la regione ha sperimentato anche il grande “Anno senza estate”, ossia dei mesi in cui il clima era più freddo del normale: ciò causò tragedie e carestie che misero in ginocchio le persone.

Ma è molto bella anche la storia di come “Silent Night” si è diffusa nel resto del mondo. Qualche anno dopo la prima esibizione, un uomo andò a riparare l’organo nella chiesa di Oberdorf, e portò una copia della partitura nel suo villaggio nel Tirolo, a circa 165km di distanza. In questo paese, le famiglie contadine locali passavano l’inverno vendendo i loro prodotti ai mercati e alle fiere. A volte cantavano canzoni popolari locali per attirare l’attenzione sulla merce. Nel corso del tempo, poi, alcune di queste famiglie – come i Rainer e gli Strasser – sono diventati famosi cantanti folk che si esibivano in diverse parti d’Europa. Dobbiamo dirvi qual è la canzone che hanno scelto per il periodo delle feste?

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti