'Stray', il documentario con protagonisti tre cani randagi

Sono tre cani i protagonisti di 'Stray': vivono per strada in Turchia e, nel progetto, ci raccontano la loro vita.

24 Marzo 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi piĆ¹ alti!

Si intitola Stray il documentario che racconta la vita di tre cani randagi, attraverso i loro occhi. È la storia di Zeytin, Nazar e Kartal raccontata dalla regista Elizabeth Lo ispirata dal dolore per la perdita del suo compagno (a quattro zampe) di una vita. Come spiega la stessa Elizabeth, a colpirla è stata soprattutto una legge turca promulgata nel 2004 che protegge gli animali randagi da atti di crudeltà. Non a caso, i tre protagonisti di questa storia vivono e vagano tra le strade della Turchia.

“Ricordo di essere andata ad Istanbul e di aver visto come vivevano i cani lì – racconta Elizabeth a Reuters – sembrava che tutta la comunità se ne prendesse cura e che potessero anche instaurare rapporti di amicizia transitori con le persone che li circondavano. Questa cosa mi ha colpito molto”. Questo è ciò che la regista ha voluto documentare e soprattutto mostrare al mondo.

Ma come sono stati scovati i tre ‘attori’ protagonisti? Zeytin – la vera star del film – vive in un tunnel e Elizabeth l’ha incontrato mentre inseguiva un gruppo di rifugiati siriani. La storia di Zeytin è fortemente legata a quella dei rifugiati, di cui nel documentario si parla ampiamente proprio per il loro stretto rapporto con i cani di strada.

Filmato tra il 2017 e il 2019 con l’uso di uno speciale supporto per inseguire i cani con la telecamera, il documentario è una rappresentazione vera e commovente del rapporto tra i cani e gli esseri umani. “Pensavo che le città con tanti animali randagi spesso fossero disumane o non si prendessero cura di loro – spiega Elizabeth – ma ho scoperto che è l’esatto contrario. Sono le città che non hanno molti animali randagi a tradirli, perché vuol dire che si liberano di loro”. Gli altri due protagonisti del documentario – Nazar e Kartal – sono stati scelti perché molto amichevoli con gli estranei.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti