Supercibo: ecco perché è una bufala annunciata

In realtà il supercibo non esiste. Analizzandoli uno per uno, si è scoperto che sono solamente una moda hipster

Fonte: flickr

Già nel 2011, la leggenda del cosiddetto supercibo era stata smentita da dati scientifici presentati dall’EFSA, l’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare, così come Ben Goldrace ha sottolineato che i radicali liberi, i principali protagonisti dell’invecchiamento, servono a uccidere i batteri nel nostro organismo. Perciò, un’eccedenza di antiossidanti potrebbe indebolire il sistema immunitario. Ad ogni modo, la verità è che la nutrizione è un molto più complessa di quanto si possa credere, cambiando da soggetto a soggetto e in maniera per lo più misteriosa.

L’unica certezza è che mangiando in maniera bilanciata con molta frutta e verdura e facendo anche dell’esercizio fisico, i supercibi saranno poca cosa. Al contrario, se non si seguono queste semplici regole, nessun supercibo vi potrà salvare. Scopriamo ora perchè ciascuno di questi cibi speciali sono una bufala. Innanzitutto il cavolo, tra i più “cool” del momento. In realtà, è inutile far competere le verdure dal punto di vista nutritivo poichè i loro componenti variano principalmente in base agli elementi presenti nel suolo in cui sono stati coltivati.

Passando all’ avocado, uno dei frutti più popolari negli Stati Uniti, non ci sono studi scientifici che ne provino l’efficacia sulla salute dell’uomo. Quei pochi esistenti, sono tutti sponsorizzati dai commercianti di avocado, guarda caso. Ad ogni modo, dal punto di vista ecologico, coltivarli sta presentando grandi problemi di deforestazione soprattutto in America Centrale. Al contrario, il melograno non produce effetti negativi sull’ambiente, anzi.

Consumare questo frutto porta miglioramenti in chi ha già problemi di salute, anche se in maniera non ancora decisiva nè compresa. Da tempo si consumavano le bacche rosse, ma da quando si è iniziato a chiamarle con il loro nome cinese, ovvero Goji, il loro prezzo è lievitato enormemente. Parte della medicina tradizionale, nemmeno per questo supercibo non ci sono prove scientifiche che abbia più benefici rispetto ad altri, soprattutto per le basse dosi in cui normalmente vengono ingerite. Un’altra bufala sono i semi di chia. Contengono lo stesso tipo di omega del pesce azzurro, ma con le stesse calorie di un BigMac. Inoltre, preferendo il pesce, si è protetti contro le malattie cardiovascolari. Certo, ciò sarebbe un grosso problema se foste vegani o vegetariani. Ad ogni modo, il supercibo non esiste.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti