Il 'supereroe' atipico: di notte addetto alle pulizie, di giorno scrittore affermato

La doppia vita, in stile 'supereroe' di Kike: addetto alle pulizie di notte, scrittore affermato di giorno

Lavorare di notte in metropolitana e diventare uno scrittore di successo? E’ questo il sogno realizzato di Enrique Ferrari, in arte Kike, giovane scrittore argentino dalla doppia vita, un po’ come tanti supereroi dei fumetti e del cinema

Di notte Kike lavora infatti nell’azienda incaricata delle pulizie della metropolitana di Buenos Aires, mentre di giorno si mette alla tastiera del suo computer e scrive racconti e libri. Il risultato? Bollette pagate e una certa fama a livello editoriale, con vittoria di diversi premi e riconoscimenti per le sue opere.

“Comincio alle 11 di sera, quando la metro chiude, ed esco alle 5 di mattina quando riapre – racconta Kike – Se mentre pulisco succede qualcosa di particolare, guardo e cerco di ricordarlo. So che prima o poi mi tornerà utile”

“Purtroppo qui in Argentina c’è un pregiudizio stranissimo e profondamente radicato, secondo il quale sembra che la classe operaia non abbia niente a che fare con la cultura – ha aggiunto il giovane scrittore – Io, invece, mi considero uno scrittore che fa anche un lavoro manuale e sicuramente non smetterò mai di scrivere: ti dà la possibilità di entrare in un universo parallelo e in alcuni casi migliore di questo”

Ma i colleghi di Kike cosa ne pensano? Sono felici per lui, anche se non perdono occasione per prenderlo simpaticamente in giro “Beh, tra pulire e scrivere credo che sia meglio come scrittore”, dice uno, “Pulire gli costa un po’ di fatica ma alla fine ce la fa”, aggiunge l’altro. E, intanto, il sogno continua.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti