0, 0, 1, 0, 0, 0, 0 trend

Sta per arrivare la Superluna più grande del 2019

Il 19 febbraio 2019 ci sarà la Superluna più grande dell'anno: ecco tutto quello che c'è da sapere

Siete pronti per ammirare la Superluna più grande dell’anno? L’appuntamento è fissato per il prossimo 19 febbraio.

Quel giorno (un martedì), la luna piena sarà distante “appena” 356.761 chilometri dalla Terra e, cielo sereno permettendo, sarà possibile ammirarla in formato maxi.

Paolo Ochner, astronomo dell’Osservatorio di Asiago-Padova, ha spiegato al ‘Corriere della Sera’: «L’evento del 19 febbraio sarà unico durante l’intera annata per il nostro satellite naturale e sarà quindi un’osservazione da non perdere. Per il resto, saranno soprattutto da seguire i movimenti dei pianeti, soprattutto all’alba dove potremo facilmente scorgere verso sud-est Giove, più alto, accompagnato da Venere e Saturno. Chi li vuole fotografare basteranno 10-20 secondi di posa».

Lo scorso 21 gennaio abbiamo assistito ad un’eclissi totale di Luna e, anche in quel caso, si trattava di una Superluna. Un’altra si è verificata il 1° gennaio 2018. Per ammirare un nuovo fenomeno simile bisognerà poi attendere il nuovo anno: la prossima, infatti, è in programma il 7 aprile 2020. Il 27 luglio 2018, invece, avevamo avuto modo di osservare un’eclissi totale di Luna avvenuta con il satellite all’apogeo (massima distanza).

Prima dell’evento del prossimo 19 febbraio, la Luna sarà protagonista anche domenica 10 febbraio: il satellite della Terra sarà vicino al rossastro Marte e, osservando verso ovest, si dovrebbe riuscire a cogliere anche Mercurio. All’alba del 2 febbraio, invece, la Luna ha “giocato a nascondino” con Saturno, occultandolo.

L’appuntamento da segnare in rosso sul calendario, però, è quello di martedì 19 febbraio: tutti col naso all’insù per ammirare la Superluna più grande del 2019. Ok, ma grande quanto? Come spiegato dall’Unione Astrofili Italiani (UAI), «le maggiori dimensioni della Superluna non sono così evidenti».

Entrando più nel dettaglio, la UAI ha chiarito: «La differenza del diametro angolare tra una Superluna al perigeo e una Miniluna all’apogeo è di circa il 14% (ed una differenza del 7% rispetto ad una Luna Piena “media”). La differenza di area e di luminosità della Superluna è di circa il 15% e del 30% rispetto alla Luna “media” e alla Miniluna».

Il consiglio dato dall’Unione Astrofili Italiani a tutti gli appassionati di astronomia e ai semplici curiosi è quello di «fotografare la Superluna e confrontare l’immagine con altre riprese con la Luna all’apogeo, e quindi con minori dimensioni apparenti».

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti