Svezia, un'ora di permesso pagato per fare sesso con il partner

In Svezia presto potrebbe arrivare sul lavoro un’ora di permesso pagato per fare sesso con il partner

Un’ora di permesso pagato dal lavoro per fare sesso con il partner: è questa la proposta che si sta facendo largo in Svezia e che fa discutere. A lanciare l’idea è stato Per-Erik Muskos, politico membro di un consiglio nel nord del paese che, in seguito ad alcune ricerche e sondaggi, sta tentando di trovare un modo per spingere gli svedesi a fare più sesso. Secondo gran parte della popolazione infatti il lavoro porta via moltissimo tempo e impedisce alle coppie di stare insieme, anche sotto le lenzuola.

Partendo da queste considerazioni il politico 42enne ha tentato di trovare una soluzione, proponendo l’inserimento di un’ora di permesso pagato per poter stare con la persona che si ama. Se da noi la proposta sembra un’assurdità – in Svezia, dove la legislazione è sempre molto attenta agli aspetti che riguardano il sociale e il benessere dei cittadini – è già al vaglio delle forze politiche.

D’altronde quello della mancanza di sesso da qualche anno è divenuto uno dei temi focali nelle politiche sociali. Nel 2016 il governo svedese aveva lanciato una ricerca, durata oltre tre anni, allo scopo di valutare la vita sessuale dei suoi cittadini.  I risultati avevano mostrato come gli svedesi facciano sempre meno sesso, passando pochissimo tempo con il partner. Una costatazione che aveva allarmato i politici, spingendoli ad agire.  «Il sesso – aveva spiegato all’epoca un preoccupatissimo ministro Gabriel Wikstrom – non è, né mai è stato, una faccenda puramente privata: è un tema profondamente politico”. Tutti i politici erano stati concordi nell’affermare che era necessario agire, da qui la ricerca di nuove politiche a favore del sesso e la proposta di Per-Erik Muskos.

L’idea di Per –Erik Muskos sarà vincente? In tanti pensano di sì, anche se altri sono convinti che la pausa retribuita per fare sesso possa trasformarsi solamente in un modo per non fare nulla ed essere pagati. “C’è anche il rischio che le persone se ne vadano a fare una passeggiata invece che a fare sesso- ha ammesso il politico in un’intervista -. Ma molti studi dimostrano che fare sesso sia una cosa salutare”.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti